Gragnano: entusiasmo per l’apertura di “O me o il mare restaurant”

Era un progetto che accarezzavano da tempo: aprire un ristorante gourmet a Gragnano.

Così, quando si sono imbattuti in un palazzo del’700, ex sede di un pastificio storico, nella centralissima via Roma, non hanno avuto dubbi: il loro sogno si sarebbe realizzato proprio lì.

Lo chef Luigi Tramontano, assieme alla moglie, Nicoletta Gargiulo, maître d’esperienza e già miglior sommelier d’Italia, apriranno domani, 24 aprile, le porte del loro “O me o il mare restaurant”: un locale dallo stile moderno ed elegante, con 30 coperti e una Chef’s Table a vista, grazie alla quale potranno accedere ad un’esperienza degustativa esclusiva fino ad 8 ospiti.

La cucina di Tramontano parte dalla tradizione e si sviluppa in proposte gourmet, realizzate con un grande rispetto per le materie prime e una vera e propria dedizione nei confronti dei prodotti del territorio.

Lui, che nella sua carriera ha già conquistato ben tre stelle Michelin in tre locali differenti: “Il Flauto di Pan” di Villa Cimbrone a Ravello, la “Terrazza Bosquet” del Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento e “La Serra” dell’Hotel Le Agavi di Positano, ha impostato l’offerta del suo ristorante mettendo a punto 3 menù degustazione, di cui uno “a sorpresa”.

A fare gli onori di casa, con la competenza che le viene da un prestigioso percorso lavorativo, sarà Nicoletta Gargiulo: presidente di AIS Campania dal 2010 al 2022 e attualmente consigliere nazionale dell’AIS; da sempre nelle brigare di locali top, tra la Penisola sorrentina e la Costiera amalfitana: da Don Alfonso 1890 al Relais Blu di Massa Lubrense, dalla Terrazza Bosquet a La Serra di Positano.

Il terzo asso, al “O me o il mare restaurant”, lo calano in pasticceria, che verrà affidata ad Angelo Mattia Tramontano, giovane pastry chef, con alle spalle una carriera invidiabile, maturata in ristoranti stellati e contesti internazionali.

 

O me o il mare restaurant

Via Roma 45/47

Gragnano – Napoli

Tel. 081 6200550

Aperto da mercoledì a domenica, a pranzo e a cena

 

Articoli correlati

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

“Una dolce storia dal 1830”: sabato ad Amalfi la presentazione del libro dedicato alla Pasticceria Pansa

Edito da Italian Gourmet, casa editrice specializzata in pubblicazioni di Alta Cucina e Pasticceria, sarà presentato alle ore 18.30 all’interno degli Antichi Arsenali della Repubblica ad Amalfi….

Dialetto e toponomastica: se ne discute domani a Napoli

Fu Ferdinando IV di Borbone nel 1792 a dare un primo assetto ufficiale e sistematico alla toponomastica napoletana. Questa è soltanto una delle mille scoperte che si…

Euforia ai Giardini del Fuenti: racconto di una notte di pura magia

di Francesca Pappacena Nel cuore mozzafiato della Costiera Amalfitana, tra il dipanarsi di un tramonto incantevole, note avvolgenti e profumi irresistibili, si è svolto Euforia: un evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *