II Concorso Letterario Felicetta Confessore: martedì prossimo la serata di premiazione

L’appuntamento è alle 19 presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata in Pagani. Un momento da non perdere per chi è appassionato di letteratura e per chi ha avuto la fortuna di conoscere Felicetta. L’evento è organizzato da Ritratti di territorio, il progetto culturale della giornalista Nunzia Gargano, in collaborazione con Sergio Stile, il libraio resistente e Rino Buonocore, priore della Confraternita di via Nicola Pagano. Entusiasmo alle stelle per una serata che si preannuncia densa di emozioni e condivisioni. Giurati, autori, ideatori, tutti insieme per omaggiare la storia di una donna che ha sempre vissuto l’esistenza in prima linea.

Nunzia Gargano con Rino Buonocore

Come è tipico degli eventi by Ritratti di territorio non si conoscono ancora i nomi dei finalisti. Qualche dato inizia a trapelare. I premiati saranno 14 suddivisi in sei categorie: poesia, romanzo, prosa, premio speciale, saggio, giovani. Cleo Lamberti darà voce alle parole dei premiati. Molto soddisfatta Nunzia Gargano: “Con quest’edizione consolidiamo ulteriormente l’importanza del concorso. Come l’anno scorso, la manifestazione è riuscita ad avere un respiro nazionale. Basti pensare che per la categoria riservata alle opere edite sono giunte pubblicazioni di editori del Nord. Per noi, è un riconoscimento importante di apprezzamento nei confronti dell’iniziativa”.

A sx: Antimo Casertano

Orgoglioso, come per ogni evento che ospita “nella sua casa”, Rino Buonocore: “Dopo la rassegna “Ritratti di lettura”, il concorso letterario è un ulteriore tassello di pregio per le attività della confraternita. In un momento in cui ci sono troppi pochi spazi per accogliere la creatività, noi proviamo a offrire un piccolo contributo per rendere più consapevoli le nostre realtà”.

Cleo Lamberti

A questo punto, non resta che attendere. E che i protagonisti dell’edizione 2024 possano avere gli stessi successi dei predecessori. Li ricordiamo. Poesia: Anna Mazza e Beniamino Piscopo. Narrativa: Romolo Di Meo, Roberto Iossa, Giosuè Romano. Saggistica: Davide Bozza, Luciana Esposito, Antonio Sciotti. Under 18: Mileni Clelia Crescenzo. Testi teatrali: Antimo Casertano.

Articoli correlati

Pappasta: tris di fratelli per il primo ristopasta a Sarno

Viale Margherita, Sarno. E pensi subito a un giorno. A quel giorno. 5 maggio 1998. Il pensiero, dopo 26 anni, provoca ancora le stesse sensazioni. Da ieri,…

Libri e Cappuccino: versione con ghiaccio per “Il Grande Gatsby”!

di Maria Pepe Un giovane uomo, fisicità imponente, carismatico, veste sartoriale. Provenienza, ricchezza, ignote. Da dove venga, nessuno sa. Poco importa. Le sue feste, la sua villa,…

Libri e Cappuccino: Erri De Luca ci porta per “Montedidio”

di Maria Pepe Un luogo, la sua memoria, il suo vissuto. L’ influenza di queste variabili sulle vite e le anime degli abitanti. Monte di Dio, il…

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *