A Paestum il primo campionato della pasta fatta a mano

Venerdì 24 e sabato 25 maggio 2024, nell’ambito della terza edizione del DMED – Salone della Dieta Mediterranea, si terrà a Paestum (Sa) il primo Campionato della Pasta fatta a mano.
All’interno degli spazi del NEXT – Nuova Esposizione Ex Tabacchificio di Capaccio Paestum (Sa) ci sarà la prima edizione italiana dell’evento dedicato al patrimonio culturale ed enogastronomico dell’Italia intera: la pasta fresca fatta a mano.
Il progetto “Campionato della Pasta fatta a mano” è realizzato da BTL Prod srl, società di comunicazione, in coproduzione con il Consorzio Edamus, consorzio di aziende del settore food e agroindustriale che punta allo sviluppo e soprattutto alla visibilità nazionale ed internazionale dei consorziati.
Partner del primo Campionato della Pasta fatta a mano saranno: la Fondazione Vincenzo Agnesi, ente dedicato alla valorizzazione delle paste alimentari italiane; Molino Pizzuti, storica realtà del Meridione che lavora nel campo delle farine con particolare attenzione al ritorno dell’utilizzo di grani antichi; InCibum, scuola di alta formazione gastronomica.


“Una sfida nuova, entusiasmante e coinvolgente che mette al centro il piatto italiano per eccellenza: la pasta fresca – ha affermato il direttivo della BTL Prod – Con il Campionato della Pasta fatta a mano puntiamo a far emergere le particolarità tradizionali di ogni parte d’Italia. Da regione a regione, in ogni comune o addirittura in ogni quartiere, c’è una pasta tipica ed identitaria. Questo è il contesto giusto per valorizzare le tradizioni di famiglia e quelle del proprio luogo d’origine. Un Campionato che celebra la pasta fatta a mano per la professionalità, l’artigianato, l’identità ma anche la fantasia e le tradizioni più pure ad essa collegate”.
Due le categorie in gara: Professionisti e Amanti.
La categoria Professionisti della Pasta vedrà i concorrenti sfidarsi a colpi di matterello venerdì 24 maggio. Possono partecipare tutti i titolari, collaboratori, dipendenti di un’attività di tipo imprenditoriale/commerciale legata al mondo della ristorazione o del settore ricettivo in generale. La partecipazione sarà nominativa ma sarà a rappresentanza dell’attività per cui si gareggia (ad esempio ristorante, bistrot, laboratorio di produzione di pasta fresca, bar, trattorie, agriturismi, hotel, etc…).
Per gli Amanti della Pasta, invece, il giorno di gara sarà sabato 25 maggio. Possono partecipare tutti coloro che per passione e/o desiderio vogliano mettersi in gioco nella realizzazione di un piatto a base di pasta fresca fatta a mano.
L’obiettivo della gara è la presentazione alla giuria di un piatto di pasta, fresca e fatta a mano, finito da poter far assaggiare e giudicare.
Il concorrente dovrà realizzare l’impasto fatto a mano, senza l’utilizzo di macchinari elettronici, all’interno degli spazi predisposti dall’organizzazione. È possibile realizzare la trafila e l’impasto preferito.
Al via del giudice, il concorrente preparerà la sua pasta, la cucinerà, la mostrerà alla giuria sul proprio piatto o supporto di presentazione entro un tempo massimo di 15 minuti, tempo durante il quale il concorrente dovrà cuocere la pasta, condirla ed impiattarla. Il piatto finale cucinato dovrà essere accompagnato al tavolo della giuria anche con un campione di pasta fresca non cotta, realizzata in precedenza, in modo da permettere alla giuria una valutazione completa della preparazione.
“Il coinvolgimento del Consorzio Edamus in questo progetto è stato naturale. Da anni promuoviamo lo stile di vita mediterraneo attraverso il Salone della Dieta Mediterranea ed il Campionato della Pasta fatta a mano è un format che sposa appieno la nostra filosofia. Già di base la pasta è uno strumento di valorizzazione delle tipicità. Con i condimenti, poi, la pasta diventa anche veicolo di identità oltre che di tipicità. Crediamo in questo progetto e siamo certi che potrà essere il grimaldello per promuovere e diffondere meglio il concetto di stile di vita mediterranea” ha dichiarato Emilio Ferrara, presidente del Consorzio Edamus.
A presiedere la giuria di qualità ci sarà Luciano Pignataro, giornalista ed ex direttore de Il Mattino, vero riferimento del settore enogastronomico. La giuria sarà composta da chef, giornalisti, esperti in gastronomia e medici/nutrizionisti, come ad esempio il giornalista Leonardo Ciccarelli, gli chef stellati Fabio Pesticcio de “Il Papavero” di Eboli (Sa) e Cristian Torsiello, chef di ’“Osteria Arbustico” di Paestum (Sa) e docente della scuola di alta formazione gastronomica InCibum assieme all’altro giudice e chef Marco Cefalo, la dietista Monica Marro, vice presidente e segretario della Commissione dell’Albo dei Dietisti di Salerno e provincia, e tanti altri ancora.
I criteri di valutazione saranno: impasto, gusto, aspetto, equilibrio nutrizionale.
Il punteggio per ogni criterio sarà identificato da 1 a 10. Saranno valutati come validi anche punteggi decimali come ad esempio 7,5.
Il premio per il vincitore assoluto del primo Campionato della Pasta fatta a mano, ovvero il vincitore della categoria professionisti, sarà il “Pettorello”, opera in ceramica realizzata dall’artista Sasà Sorrentino. “Il premio unisce due elementi essenziali per chi lavora la pasta: il matterello, strumento indispensabile per tirare la pasta che io stesso utilizzo per le mie opere, e la pettola, striscia impasto da cui poi vengono realizzati tutti i tipi di pasta a mano” ha affermato l’artista paganese Sorrentino il quale, proprio attraverso le sue opere, esprime i valori e la passione per la sua terra.
Previsti anche premi per il vincitore della categoria Amanti e per i vincitori delle categorie speciali, come “Miglior Impasto”, “Miglior Impiattamento”, “Dieta Mediterranea” omaggiato dal DMED per il piatto dal miglior equilibrio nutrizionale. Eventuali forniture di prodotto per i vincitori delle categorie potrebbero essere messe a disposizione dai vari partner della manifestazione. Tra i premi speciali anche la partecipazione alle masterclass professionali di Incibum, con grandi maestri per panorama gastronomico italiano.
Per iscriversi al primo “Campionato della Pasta fatta a mano” basta andare sul sito campionatodellapasta.it, scegliere la categoria di appartenenza e completare l’iscrizione.
C’è tempo fino al prossimo 15 maggio.

 

Articoli correlati

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

“Una dolce storia dal 1830”: sabato ad Amalfi la presentazione del libro dedicato alla Pasticceria Pansa

Edito da Italian Gourmet, casa editrice specializzata in pubblicazioni di Alta Cucina e Pasticceria, sarà presentato alle ore 18.30 all’interno degli Antichi Arsenali della Repubblica ad Amalfi….

Dialetto e toponomastica: se ne discute domani a Napoli

Fu Ferdinando IV di Borbone nel 1792 a dare un primo assetto ufficiale e sistematico alla toponomastica napoletana. Questa è soltanto una delle mille scoperte che si…

Euforia ai Giardini del Fuenti: racconto di una notte di pura magia

di Francesca Pappacena Nel cuore mozzafiato della Costiera Amalfitana, tra il dipanarsi di un tramonto incantevole, note avvolgenti e profumi irresistibili, si è svolto Euforia: un evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *