Natale in giallo 2023: domani sera la conclusione con il brindisi augurale

Alle 18,30, nella Sala Affreschi del Complesso San Michele, nel cuore del centro storico di Salerno, il terzo e ultimo appuntamento dell’edizione 2023 del Natale in Giallo, costola invernale del SalerNoir Festival le notti di Barliario. La serata è dedicata al Maestro napoletano del Noir Mediterraneo Attilio Veraldi, a cui è dedicato il Premio alla Carriera che ogni anno viene assegnato nell’ambito del Festival dal 2017. I più grandi autori italiani del genere crime lo hanno ricevuto o lo riceveranno prossimamente. Fino a oggi è stato assegnato a Massimo Carlotto (2017), Andrea Pinketts (2018), Carlo Lucarelli (2019), Antonio Manzini (2021), Maurizio de Giovanni (2022) e Grazia Verasani (2023).

Lunedì l’associazione Porto delle Nebbie, in occasione del Natale in Giallo, presenterà uno dei romanzi più significativi di Attilio Veraldi, “L’amica degli amici”, appena ripubblicato da Homo Scrivens con la prefazione di Massimiliano Amato, Direttore del Premio.

Parteciperanno Massimiliano Amato, Aldo Putignano (editore) e Luisa Veraldi, che riporterà il ricordo della vita privata del cugino più grande.

Le letture saranno di Vincenzo Sabatino e Caterina Sabatino.

Alla fine brindisi di auguri natalizi cin la cantina iGAUDI.

Trama L’amica degli amici. Sulle tracce del boss Achille Ammirato, il commissario Corrado Apicella della squadra mobile di Napoli vola a New York per fermare il fiume di droga che dalla Grande Mela arriva in Italia. Il suo compito non sarà facile: New York è un labirinto di strade, caos e grattacieli dietro i quali si celano inganni e morti ammazzati. Il commissario scoprirà presto che la polizia americana “protegge” Ammirato e per stanare il boss è costretto a scontrarsi con la mafia locale. L’incontro con la bella e fatale Theodora Schulberg cambierà i piani dell’integerrimo uomo di legge, trascinato nei bassifondi della malavita italo-newyorchese dall’ambiguo Dominick Diobene. Riuscirà Apicella a sventare i piani di Ammirato e delle cosche malavitose italo-americane?

Natale in Giallo del SalerNoir Festival le notti di Barliario è ideato e organizzato dall’Associazione Porto delle Nebbie in collaborazione con la Fondazione Carisal (referente Gabriella Monetta), con il patrocinio del Comune di Salerno, con la direzione artistica di Piera Carlomagno e quella organizzativa di Rosanna Belladonna, con i soci Massimiliano Amato (direttore del Premio Veraldi), Pina Masturzo (responsabile per il settore Scuole), Angelo Cennamo, Marcello Ravveduto, Tina Cacciaglia.

Articoli correlati

Dialetto e cinema lunedì al Musap di Napoli

Sarà dedicato al rapporto con il cinema il quarto degli “Incontri sul dialetto” curati dal Comitato per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano e…

Ritorna Spremuta Day: tappa a Sorrento, Piano e Massa Lubrense

Spremuta Day, l’iniziativa che promuove la conoscenza e il consumo delle arance sorrentine tra gli alunni delle scuole primarie della Penisola sorrentina, quest’anno aggiunge una terza tappa…

Libriamoci al Pegaso: il 24 febbraio presenti gli studiosi del territorio

Sono profondamente orgogliosa di essere stata individuata tra gli autori delle nostre zone. Sabato mattina, con grande entusiasmo sarò al centro commerciale Pegaso. Una vera e propria…

Futuri chef a raccolta per il progetto dell’Associazione medici diabetologici della Campania

“La diabetologia incontra i futuri chef: la prevenzione a tavola” questo il titolo del progetto del gruppo “Lifestyle” dell’Associazione medici diabetologi della sezione Campania. Partito il 5…

We love Enzo: Kinder-Traum Seminar a Scenari pagani nel nome di Moscato

Sarà questo il sottofondo del prossimo spettacolo di “Scenari pagani 26”. In cartellone, per sabato 24 febbraio, era previsto “Modo minore”. Lo spettacolo non si farà più…

Da Pepe Mastro Dolciere è l’ora del Carnevale Veneziano

Dalle 19 di stasera, in via Nazionale, a Pagani, comincerà la festa. Giuseppe, Prisco e Anna Pepe hanno costruito una serata evento per i propri estimatori. Una…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *