Tutto pronto per la IX edizione del Campionato Nazionale Pizza Doc

Da lunedì 13 a mercoledì 15 novembre 2023 torna il Campionato Mondiale Pizza DOC. La nona edizione del Campionato, uno degli eventi più importanti e sentiti del Mondo Pizza, si terrà all’interno degli spazi del NEXT – Nuova Esposizione Ex Tabacchificio di Cafasso a pochi passi dagli affascinanti templi di Capaccio – Paestum, in provincia di Salerno. Un’edizione importante, che rilancia definitivamente il settore food in tutto il Mondo, supportata appieno dall’amministrazione comunale di Capaccio, dalla Provincia di Salerno e dalla Regione Campania.

“Anche quest’anno il Campionato Mondiale Pizza DOC, uno degli eventi più importanti del settore, sceglie il NEXT. L’ex Tabacchificio di Cafasso, esempio concreto di rigenerazione urbana, si conferma, quindi, polo fieristico di riferimento regionale e non solo. Abbiamo deciso di sostenere questa manifestazione perché valorizza un prodotto importante del nostro patrimonio enogastronomico e si sposa con la nostra politica di differenziazione del turismo, in questo caso legato alle eccellenze del territorio” ha affermato Franco Alfieri, sindaco di Capaccio Paestum e presidente della Provincia di Salerno.

Organizzata da “Accademia Nazionale Pizza DOC”, la kermesse dedicata al Mondo Pizza ha aperto le iscrizioni a pizzaioli italiani e internazionali. Le iscrizioni avvengono sul sito www.campionatomondialepizzadoc.it fino al 6 novembre, ultima data utile per iscriversi e partecipare al grande evento in una cornice di arte e cultura all’ombra dei Templi di Paestum, il  sito archeologico considerato esempio unico dell’architettura della Magna Grecia.

Per i vincitori delle varie categorie della nona edizione del Campionato Mondiale Pizza DOC ci sarà in palio un montepremi di oltre 5000 euro in prodotti e servizi offerti dagli sponsor, mentre il vincitore assoluto diventerà testimonial per un anno dell’Accademia Nazionale Pizza DOC partecipando al prossimo “Master Istruttore”, che si terrà a novembre prossimo.

“Un’edizione importante che rilancia l’intero settore food in un contesto favoloso come il Next, a pochi passi dai bellissimi templi dell’antica Paestum – ha affermato Antonio Giaccoli, presidente dell’Accademia Nazionale Pizza DOC – Ben 4 mila metri quadri di Area Expò con circa 40 aziende espositrici, oltre 10 forni accesi dalle prime ore del mattino, workshop tematici, approfondimenti e concorrenti provenienti da ogni parte del Mondo”.

Il campionato è reso possibile anche grazie al supporto di aziende leader del settore come Mulino Caputo con le sue farine, i prodotti caseari di Latteria Sorrentina, il pomodoro San Marzano di Solania, i prodotti conservieri di Carbone Conserve, i forni elettrici di Sa.Car Forni, le impastatrici di Mecnosud, le attrezzature per la ristorazione della succursale austriaca dell’azienda Hendie e  dai prodotti di eccellenza dell’azienda romagnola Menù srl. Grande sensibilità per l’ambiente con l’utilizzo di stoviglie e posate biodegradabili, scelta voluta dall’organizzazione per la salvaguardia del pianeta, oltre che ad un grande interesse per la tutela della salute e della Dieta Mediterranea grazie alla presenza del “Salone della Dieta Mediterranea”.

Voci e volti del Campionato saranno Rossella Pisaturo, presentatrice di punta di “Casa Sanremo” e speaker radiofonica, e lo speaker radiofonico Dino Della Porta. Ritorno importante per la parte tecnica sarà quello di Enzo Calabrese, il “Bruno Pizzul della Pizza”.

Ben 18 le categorie a cui possono iscriversi i partecipanti della nona edizione del Campionato Mondiale Pizza DOC, con 4 categorie TOP dalle quali si decreterà il nome del Campione Mondiale Pizza DOC 2023, 8 categorie Special, 2 categorie di gruppo e ben 4 categorie di abilità. A partire dai 16 anni di età, tutti i pizzaioli/e possono iscriversi alle gare.

Queste le categorie TOP dalle quali verrà eletto il nome del Campione Mondiale Pizza DOC 2023:
• Pizza Classica, ovvero la pizza specialità del concorrente;
• Pizza Margherita DOC, anche senza rispettare il disciplinare STG;
• Pizza Contemporanea, realizzata con tutte le moderne tecniche di impasto;
• Pizza a Ruota di Carro, novità di quest’anno che si riferisce alla classica pizza napoletana dal diametro tra i 35 ed i 40 cm.
Queste le categorie Special:
• Pizza in Teglia, ovvero la classica pizza a fette;
• Pizza in Pala;
• Pinsa Romana;
• Pizza senza Glutine;
• Pizza Fritta;
• Fritti, ovvero le 3 tipologie di fritto classico e contemporaneo come il crocchè di patate, arancino e frittatina di pasta;
• Pizza Gourmet, la pizza realizzata come un piatto di alta ristorazione, sia salata che dolce;
• Pizza del Cilento, la migliore pizza realizzata con i prodotti cilentani per omaggiare la terra che anche quest’anno ospiterà il Campionato.
Queste le 2 categorie di Gruppo:
• Pizza in Team, con più concorrenti che possono concorrere in team anche in categorie differenti;
• Pizza a due.

A queste categorie, vanno aggiunte 2 categorie extra molto popolari:
• Pizza Social, la novità di quest’anno. Tutte le pizze gareggianti durante i tre giorni del Campionato saranno fotografate e poi inserite sui canali social del Campionato e votate dal 22 novembre al 05 dicembre prossimo. La pizza eletta sui social media sarà premiata al prossimo Pizza DOC Awards 2023.
• Pizza DOC Lovers, la categoria per i pizzaioli amatoriali. Il contest ha già avuto una prima fase nei mesi scorsi sul sito del Campionato, dove i “Lovers” della pizza hanno inviato le foto delle loro pizze fatte in casa e sono stati votati. I 50 finalisti si sfideranno mercoledì 15 novembre durante il Campionato Mondiale Pizza DOC con una giuria d’eccezione: l’ideatore della pizza “diveramente napoletana” Salvatore Lioniello, il sacerdote degli impasti Raffaele Bonetta, il pizzaiolo tiktoker Errico Porzio ed Alessandro Servidio, vincitore della scorsa edizione del Campionato Pizza DOC.

Il Campione Mondiale Pizza DOC 2023 – Pizza DOC In The World 2023 sarà scelto tra il primo classificato della pizza classica, della pizza margherita, della pizza contemporanea e della pizza a ruota di carro, in funzione di chi ottiene il punteggio più alto. Il Campione Nazionale Pizza DOC 2023, invece, sarà il pizzaiolo italiano che ha ottenuto il punteggio più tra le categorie Top e quelle Special.
Saranno assegnati premi speciali come ad esempio la “Miglior Pizzaiola DOC 2023”, il “Premio Giudici di Forno”, ovvero il premio della critica, e tanti altri premi che saranno consegnati durante la cerimonia di premiazione che avverrà nel pomeriggio di mercoledì 15 novembre.

Saranno circa 100 tra giornalisti, food blogger, influencer, maestri pizzaioli e chef che si accomoderanno in giuria per valutare le circa 800 pizze sfornate nei 3 giorni di gara. Presidente della giuria sarà la giornalista Antonella Amodio. Per la sezione senza glutine, invece, presidente di giuria sarà il giornalista Alfonso Del Forno. Per non lasciare nessun dubbio su eventuali influenze, anche alla nona edizione del Campionato Nazionale Pizza DOC verrà adottato il sistema della giuria nascosta, ovvero i giudici non vedranno chi elabora il prodotto prima di aver votato la pizza. Al via del direttore di gara, il pizzaiolo avrà a disposizione dai 10 ai 20 minuti, a seconda della categoria di gara, per preparare la sua pizza, dopodiché verrà mostrata alla giuria dai nostri collaboratori. I giudici assegneranno un punteggio da 10 a 100 ai tre parametri di valutazione: Aspetto, Cottura, Gusto. Il voto sarà completamente digitale attraverso una app che scansionerà il QRCode assegnato ad ogni singola pizza in fase di accreditamento del concorrente.

Direttore tecnico della gara sarà Marco Di Pasquale, maestro pizzaiolo coadiuvato dai docenti dell’Accademia Nazionale Pizza DOC. Ospiti d’eccezione della kermesse saranno personalità di spicco dell’universo food e pizza in particolare, come i docenti dell’Accademia Salvatore Lioniello, Vincenzo Fotia, Angioletto Tramontano, Raffaele Bonetta, Errico Porzio, Fabio Di Giovanni, Antonio Fiorillo, Alessandro Servidio, Armando Scalella, Alessandro Della Monica, Carlo Fiamma, Marco Iovane ed i vertici del mondo pizza come ad esempio Diego Vitagliano, Sasà Martucci e tanti altri.

Spazio anche alla beneficenza con il supporto al progetto “La stanza di Tobia”. Per sostenere la casa accoglienza di via Foria a Napoli, progetto sostenuto dalla Accademia Nazionale Pizza DOC che ospita le famiglie dei piccoli bambini affetti da patologie tumorali, basterà acquistare il cappello ufficiale del nono Campionato Mondiale Pizza DOC, oggetto da indossare obbligatoriamente per ogni concorrente. L’intero ricavato, infatti, sarà interamente devoluto al progetto “La stanza di Tobia”.

Anche quest’anno ci saranno i DOC Talk, ovvero i format di approfondimento sul Mondo Pizza. Durante i 3 giorni di gara, infatti, ci sarà spazio per i workshop di approfondimento condotti da Luca Fresolone, meglio conosciuto sui social come “La cucina del Presidente”. Protagonisti del format saranno il giornalista Luciano Pignataro, rappresentanti dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti, l’imprenditore Pino Coletti con il suo progetto di blockchain Authentico, quello con i giornalisti Antonella Amodio e Alfonso Del Forno per gli abbinamenti della pizza con vino e birra, e tanti altri ospiti di spessore per gli abbinamenti della pizza con il vino e con la birra.

Tutti i giorni, a partire dalle 17.30, ci sarà una diretta streaming sui canali social del Campionato e su YouFood Tv durante la quale si parlerà della giornata di gara appena trascorsa.

Ancora pochi i posti disponibili per partecipare alla nona edizione del Campionato Mondiale Pizza DOC e scoprire chi sarà l’erede di Alessandro Servidio, vincitore dell’ottava edizione nel 2022.

Articoli correlati

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

“Una dolce storia dal 1830”: sabato ad Amalfi la presentazione del libro dedicato alla Pasticceria Pansa

Edito da Italian Gourmet, casa editrice specializzata in pubblicazioni di Alta Cucina e Pasticceria, sarà presentato alle ore 18.30 all’interno degli Antichi Arsenali della Repubblica ad Amalfi….

Dialetto e toponomastica: se ne discute domani a Napoli

Fu Ferdinando IV di Borbone nel 1792 a dare un primo assetto ufficiale e sistematico alla toponomastica napoletana. Questa è soltanto una delle mille scoperte che si…

Euforia ai Giardini del Fuenti: racconto di una notte di pura magia

di Francesca Pappacena Nel cuore mozzafiato della Costiera Amalfitana, tra il dipanarsi di un tramonto incantevole, note avvolgenti e profumi irresistibili, si è svolto Euforia: un evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *