La stagione teatrale di Casa Babylon non è ancora finita, intanto cominciamo a ringraziare…

Manca ancora un appuntamento per la conclusione di Scenari pagani 25, ma vogliamo anticipare i ringraziamenti. Sabato scorso, “don Giovanni” ha segnato l’ultimo spettacolo della rassegna svolto al teatro “S. Alfonso M. de Liguori”.

Per Ascanio Celestini in “Radio Clandestina”, previsto il prossimo primo aprile, ci spostiamo al Teatro Diana in Nocera Inferiore. Da anni, collaboriamo con Nicolantonio Napoli e Casa Babylon Teatro. E sentiamo di dovere i nostri grazie.

Grazie a Giuseppe Pagano di “Famiglia Pagano 1968”, al nostro fianco dalla prima edizione di “tarallucci e vino”.

Grazie a Giuseppe Pepe e all’intero staff di “Pepe Mastro Dolciere” protagonista dell’AperiSpettacolo di quest’edizione. Un grande alleato che non ci ha abbandonati neanche con la produzione intensa.

Da sx: Giuseppe Pepe e Carolina Ferraioli

Grazie a Silvio Iaquinandi, patron di “Bagatto – Dimora” che ci ha aperto le porte della sua struttura per la conferenza stampa.

A sx: Silvio Iaquinandi

Grazie a chi si è impegnato per far prendere in considerazione il nostro planning per la rassegna, dopo mesi in cui siamo stati sballottati di settimana in settimana.

Grazie agli spettatori che ci hanno fatto sentire il loro affetto più degli anni precedenti.

Grazie alle compagnie teatrali e a tutti i protagonisti della stagione che si sono adattati ai cambiamenti indipendenti dalla nostra volontà.

Grazie a chi è forte con i deboli e debole con i forti. Quando provate a oscurarci, a ignorarci, diventiamo più resistenti. Perché le emergenze ci fanno un baffo.

Grazie a chi nasconde le antipatie personali dietro la tutela del bene della collettività.

Grazie a chi ignora le esigenze degli allievi del laboratorio teatrale bambini e giovani, nonostante le richieste specifiche. Per fortuna, il priore e l’intero consiglio di amministrazione della confraternita “Maria Ss.ma Addolorata”, ci hanno accolti fraternamente.

Grazie a chi sbuffa perché preferirebbe impedire l’esercizio dei nostri diritti di utenti.

Grazie a chi urla, impreca, perché la nostra presenza dà fastidio e tradisce lo stereotipo del paganese tipo, accogliente per eccellenza.

Grazie per aver letto fin qui.

Ritratti di territorio – Casa Babylon Teatro

Articoli correlati

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *