Pronto il nuovo menu di “Cinquanta – Spirito Italiano” dedicato a riti e feste popolari

Nuova drink listi e nuovo menù food perCinquanta – Spirito Italiano”, il cocktail bar all’italiana di Pagani (Sa). Ad un anno esatto dalla sua apertura, il secondo cocktail menù e la nuova offerta food è il risultato di un lavoro collettivo dell’intera squadra, che ad oggi conta ben 32 persone.

 

Un anno di brindisi e convivialità che sarà onorato nel weekend di festeggiamenti dal 5 al 7 maggio.

Con la nuova drink list Cinquanta vuole celebrare i riti, le feste popolari e tutti gli eventi di aggregazione e socialità che contribuiscono da secoli a trasformare l’essere umano da singolo individuo ad elemento appartenente ad una comunità ben delineata.

Padellino sciurilli, gambero, burrata

“Brindiamo quindi insieme per festeggiare questo grande bagaglio di tradizione e cultura che abbiamo il compito ed il dovere di portare avanti” hanno affermato all’unisono le due anime di “Cinquanta” Alfonso Califano e Natale Palmieri, quest’ultimo selezionato tra i 10 migliori bartender per World Class Italy.

Pane e melanzane

Come da abitudine, l’ispirazione per la creazione dei drinks del “Cinquanta” parte da una storia da raccontare per poi concretizzarsi in un bicchiere. I riti e le feste celebrate passano da quelle più note come il “Carnevale di Rio” o “San Patrizio”, a quelle meno conosciute come il “Palio della Rana” o il “Nataleccio”.

Un viaggio enorme attorno al mondo che riesce a parlare di culture, tradizioni e comunità attraverso un drink.

Per il nuovo menù food, invece, il concept è rimasto lo stesso rispettando come sempre la stagionalità.

Piano piano però, la ricerca sulle tapas e sullo street food si sta incentrando sempre di più sulle radici del Sud e del territorio. Ad esempio nel nuovo menù ci saranno: le tradizionali polpette fritte, il pane fritto e melenzane ‘mbuttunate, i ravioli al vapore con polpo alla Luciana, il padellino ripieno con spunzillo e tonno, il katsu sando di nero casertano con pomodoro S.Marzano e cipollotto Nocerino, i cannoli di sfogliatella con ricotta ed il gelato fatto in casa. L’offerta resta divisa in “Morsi” e “Qualche morso in più…”, con quest’ultima sezione che ospita nuove varianti del padellino, ormai divenuto il piatto cult di “Cinquanta”.

Non resta che prenotare un tavolo, ascoltare la storia che si vuole bere e decidere quale morso provare.

Ph by Serena Pepe

Articoli correlati

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *