Panettone gluten free? Ci pensa il mondo senza glutine a Nocera Inferiore

Francesco Fezza

Il Natale è la festa di tutti, anche di chi soffre di qualche patologia alimentare. Nell’ultimo decennio, si sono registrati sempre più casi di persone celiache che quindi non possono assumere alimenti a base di glutine. Se negli anni Novanta, una problematica del genere poteva causare difficoltà per la disponibilità di prodotti gluten free, oggi c’è un’ampia scelta di prodotti. Non c’è bar, salumeria, pasticceria che si rispetti che non abbia anche l’alternativa per le persone celiache. Il sogno di chi soffre questa patologia è aver un luogo dove trovare alimenti specifici, il cui ciclo produttivo non abbia subito contaminazioni.

Il mondo senza glutine, panettone ai cinque cereali con frutti di bosco

Da tantissimo tempo in via Atzori, a Nocera Inferiore, c’è “Il mondo senza glutine”, un laboratorio artigianale di bontà che spaziano dalla panetteria alla rosticceria passando per la pasta fresca fino ad arrivare alla pasticciera. Basta solo varcare la soglia di questo luogo adatto per chi non si accontenta del piccolo angolo dedicato che puoi incontrare in farmacie e parafarmacie.

Il merito è di Francesco Fezza, Antonio Pepe e Alfonso Sabatino, ambasciatori della filosofia gluten free nell’Agro Nocerino-Sarnese, sempre attenti alle richieste della propria clientela, anche e soprattutto durante il periodo natalizio.

Da sx: Antonio Pepe, Francesco Fezza e Alfonso Sabatino

I dolciumi, in questi giorni, sono ancora più numerosi. Oltre a quelli disponibili durante tutto il corso dell’anno, non mancano mostaccioli, struffoli e rococò e i panettoni. Alfonso e Antonio si suddividono rispettivamente tra l’amministrazione e il rapporto con il pubblico; Francesco, invece, è il pastry chef del trio e da molto si cimenta con i lievitati. Perché, a Natale, tutti hanno diritto a una fetta di panettone. I manufatti hanno riscosso un buon successo di pubblico. Ce ne sono per tutti i gusti: con uvetta e canditi, con gocce di cioccolato, con albicocche del Vesuvio, ai cinque cereali con i frutti di bosco, con crema pasticcera e cioccolato bianco.

A testimoniarlo, le numerose spedizioni in giro per l’Italia.

Il trio del gluten free non si annoia mai. Nonostante il turbinio del Natale, la mente va già verso altri progetti. Non resta che aspettare!

 

Articoli correlati

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

“Una dolce storia dal 1830”: sabato ad Amalfi la presentazione del libro dedicato alla Pasticceria Pansa

Edito da Italian Gourmet, casa editrice specializzata in pubblicazioni di Alta Cucina e Pasticceria, sarà presentato alle ore 18.30 all’interno degli Antichi Arsenali della Repubblica ad Amalfi….

Dialetto e toponomastica: se ne discute domani a Napoli

Fu Ferdinando IV di Borbone nel 1792 a dare un primo assetto ufficiale e sistematico alla toponomastica napoletana. Questa è soltanto una delle mille scoperte che si…

Euforia ai Giardini del Fuenti: racconto di una notte di pura magia

di Francesca Pappacena Nel cuore mozzafiato della Costiera Amalfitana, tra il dipanarsi di un tramonto incantevole, note avvolgenti e profumi irresistibili, si è svolto Euforia: un evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *