Maria Rina e il suo “Ghiottone” sono una tappa golosa obbligata per chi va nel Cilento

Maria Rina è una delle donne che ha cambiato il Cilento. Ormai questo è storia, ma vale sempre la pena trascorrere qualche ora tra le equilibrate pietanze di questa signora. E, nel luglio scorso, complice un week-end trascorso a Scario, non ho voluto perdere l’occasione di coccolare il mio palato. D’altronde, chi può mettere in dubbio la potenza narrativa del cibo?

Così, dopo la giornata di mare, nonostante qualche pioggerella momentanea, ho varcato la soglia del ristorante “Il Ghiottone” in Policastro Bussentino. Avevo preannunciato la mia visita a Maria. Prudentemente, avevo prenotato il giorno prima della partenza, anche perché non ero sola.

Il Ghiottone, la panzanella

La cucina di Maria Rina rimane una certezza. Utilizza sapientemente gli ingredienti rispettando le loro caratteristiche. Nei piatti interpreta il proprio territorio che è anche il luogo dove seleziona le materie prime. Ogni pietanza ha un sapore naturale perché non è artefatta, ma equilibrata, senza eccessi di condimenti o di spezie. Fondamentale, è anche la scelta dell’olio, sempre extravergine di oliva. Poi, trovarlo di alta qualità nella parte sud di Salerno, è impresa facile.

Il Ghiottone, insalara di mare e di frutti

Nonostante il locale fosse sold-out, il servizio di sala è stato impeccabile rispettando i giusti intervalli tra una portata e l’altra e concedendo la stessa importanza a ogni piatto presentato.

Il Ghiottone, spaghetti vongole, peperoncini verdi di fiume e mollica di pane

Se vai al “Ghiottone” non puoi rinunciare alla panzanella, preludio di tutta la degustazione. L’attenzione viene catturata dall’antipasto di mare con la frutta. Eccezionali gli spaghetti con vongole, peperoncini verdi fritti e mollica di pane.

Il Ghiottone, paccheri ai frutti di mare

Una conferma i paccheri ai frutti di mare e la fritturina di pesce.

Il Ghiottone, la fritturina di pesce

Dulcis in fundo, una tipicità, il cannolo fritto cilentano.

Il Ghiottone, il cannolo cilentano

Tavolata soddisfatta per una cena che, e non è da tutti, ti lascia il palato completo senza sensazione di sete.

Ad maiora Maria Rina!

Il Ghiottone – via Nazionale, 42 – Policastro Bussentino (Sa)

Tel. 0974984186

Articoli correlati

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

“Una dolce storia dal 1830”: sabato ad Amalfi la presentazione del libro dedicato alla Pasticceria Pansa

Edito da Italian Gourmet, casa editrice specializzata in pubblicazioni di Alta Cucina e Pasticceria, sarà presentato alle ore 18.30 all’interno degli Antichi Arsenali della Repubblica ad Amalfi….

Dialetto e toponomastica: se ne discute domani a Napoli

Fu Ferdinando IV di Borbone nel 1792 a dare un primo assetto ufficiale e sistematico alla toponomastica napoletana. Questa è soltanto una delle mille scoperte che si…

Euforia ai Giardini del Fuenti: racconto di una notte di pura magia

di Francesca Pappacena Nel cuore mozzafiato della Costiera Amalfitana, tra il dipanarsi di un tramonto incantevole, note avvolgenti e profumi irresistibili, si è svolto Euforia: un evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *