“Magma”: a Torre del Greco la forza del Vesuvio in un morso di pizza

Torre del Greco è una città che ancora oggi rimanda grande fascino. Si pensa al mare, al corallo, alla tradizione dolciaria.

Red Sunset Sakura

Dal maggio scorso, è diventata anche sinonimo di pizza buona e territoriale. Da allora, è stata inaugurata la pizzeria “Magma” il cui nome è già tutto un programma perché rimanda alla forza vulcanica di questo posto. La presenza del Vesuvio e dei suoi vapori, infatti, regala particolari caratteristiche ai prodotti della terra. Basti pensare alla caratteristiche minerali del piennolo del Vesuvio, se rapportato a un altro proveniente da un terreno diverso.

Claudio De Siena

Negli ultimi anni, infatti, sembra quasi che la forza del gigante dormiente stia contagiando gli abitanti di tutta la zona. Si assiste a una rinascita che porta un po’ tutte le comunità a mettersi in discussione.

È quanto fatto da Ciro Di Giovanni con il progetto Pizzeria Magma, patron anche del “Sakura Piscina Club”, un luogo di ritrovo estivo per gli abitanti del posto e non solo. Ciro ha una passione per la qualità che trasferisce in ogni settore di suo interesse, compreso quella della pizza. Basta guardare la dispensa piena di ingredienti, ortaggi provenienti dall’Agro vesuviano.

Margherita

Claudio De Siena è il pizzaiolo prescelto. Molto bravo con gli impasti, si distingue anche per i gusti ideati che promuovono i prodotti della zona e si fondono in maniera armonica all’assaggio.

Il concept Magma è molto interessante proprio perché fa parte di un discorso più ampio che si interseca nella tradizione del Sakura.

Orto in Condotta

La sintesi di questi due aspetti è rappresentata dal “Red Sunset Sakura”, il cocktail al pomodoro San Marzano che, in estate, si può bere a bordo piscina oppure come accompagnamento della montanara fritta. Il mix di succo di pomodoro, limone, zucchero di canna, vodka, sale, pepe e ginger beer sarà protagonista di un articolo specifico nei prossimi giorni. È un cocktail veramente equilibrato che permette di distinguere al palato i singoli ingredienti.

Chiodina

Torniamo alle pizze, le creature di Claudio De Siena, un uomo sereno, tranquillo che fa parlare le sue creazioni.

Così assaggio la margherita, l’orto in condotta (fiordilatte, zucchine San Pasquale, burrata di bufala, pomodorino giallo del Vesuvio). Nell’ultimo periodo grande successo sta riscuotendo la chiodina, la pizza dell’autunno per intenderci (funghi chiodini, provola, salsiccia, erba cipollina).

Interessante anche l’interpretazione della zeppola di San Giuseppe, preparata con la pasta della pizza.

Zeppola di San Giuseppe

Sono queste le storie che convincono e rafforzano l’idea che, nonostante tutto la Campania sia ancora “felix”.

Vado via con la consapevolezza di aver conosciuto, grazie a Marina Alaimo, un luogo nuovo e diverso dove poter degustare una buona pizza in compagnia.

Articoli correlati

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *