Salerno: a “Salumeria 13” c’è la cucina gustosa e raffinata di Gianni Mellone

Salumeria 13, lo staff

Solo una grande motivazione poteva spingermi a trascorrere una serata novembrina a Salerno. Chi mi conosce sa che preferisco i paesi di periferia perché più semplici e genuini dei capoluoghi di provincia con aspirazioni metropolitane.

Per molti aspetti, nonostante il mio essere figlia dei tempi, permango una persona con un’educazione tradizionale, quasi ottocentesca per intenderci. Per me contano ancora le strette di mano, le responsabilità verbali, l’amicizia, le origini comuni. Complice l’inaugurazione del 26 ottobre scorso del rinnovato punto vendita di “Pepe Mastro Dolciere”, ho conosciuto Gianni Mellone.

Di lui mi aveva parlato Alberto Annarumma, lo chef stellato di “Casa del Nonno 13” a Mercato San Severino, paganese come me e come Gianni, entrambi responsabili del nuovo corso dei locali della famiglia Angrisani. Più volte mi aveva suggerito un giro a “Salumeria 13” per vedere da vicino un posto molto particolare.

Chi mi conosce sa che non è mia abitudine approfittare della mia passione e presentarmi di punto in bianco nei locali più appetibili.

Di certo, se non avessi chiacchierato un po’ con Gianni, non avrei mai varcato la soglia del locale di corso Garibaldi.

Terrorizzata da un’eventuale tappa salernitana nel clou del periodo natalizio, arrivo a “Salumeria 13”, il 20 novembre scorso.

Mi accoglie Salvatore Maresca, il maître. Gianni Mellone è in cucina, ma esce subito per chiacchierare un po’. Tra una parola e l’altra si scoprono tanti aspetti interessanti di questo ragazzo poco più che trentenne che ha alle spalle un curriculum intenso. Ricorda ancora i primi impieghi da studente non ancora diplomato dell’Istituto alberghiero di Nocera Inferiore, l’importanza della dispensa, la cura dei prodotti, la loro catalogazione. Non c’è cucina di successo senza un’etica, come avviene in tutti i lavori.

Oggi questo chef rispettoso di ogni ingrediente vive a Vietri Sul Mare, a quattro passi dal posto di lavoro, ma ha una visione molto più ampia del mondo enogastronomico, se rapportato agli altri suoi colleghi. Sarà forse “colpa” degli anni trascorsi con Norbert Niederkofler, fresco di tre stelle Michelin, un professionista umile che si autodefinisce semplicemente “cuoco”, senza troppi giri di parole.

Come direbbe Calvino “…leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto”.

Gianni Mellone è un artigiano della cucina per palati fini. Solo chi ha il senso del bello e del buono riesce a percepire i profondi messaggi che lancia attraverso i suoi piatti. È un resistente, come ogni buon paganese che si rispetti. Quando incomincia un percorso non cambia più strada.

È quello che viene fuori anche nel corso della degustazione che comincia con la tartare di manzo con peperoni arrostiti, burrata, polvere di olive, biscotto ai capperi ed estratto di datterini. Ogni portata ha la capacità di palesarsi indimenticabile come la scarola in carrozza con salsa di provola, scarola liquida e olive

Salumeria 13, Scarola in carrozza con salsa di provola, scarola liquida e olive «»Focaccia al vapore con broccoli, burrata e alici di Cetara

o la focaccia al vapore con broccoli, burrata e alici di Cetara che da sola meriterebbe un approfondimento.

Salumeria 13, Focaccia al vapore con broccoli, burrata e alici di Cetara

Il vero cuoco è colui che riesce a farti mangiare quelle cose che non sceglieresti mai, come nel mio caso l’insalata di baccalà croccante, cavolfiore e broccoletti in tempura su maionese di papaccelle.

Salumeria 13, Insalata di baccalà croccante, cavolfiore e broccoletti in tempura su maionese di papaccelle

Confermano il suo genio i primi piatti: la pasta mista “Grano Armando” con cavolfiore, gamberi, caviale di colatura di alici e dragoncello

Salumeria 13, Pasta mista”Grano Armando” con cavolfiore, gamberi, caviale di colatura di alici e dragoncello

e le candele spezzate “Vicidomini” alla genovese con cipolle di Montoro.

Salumeria 13, Candele spezzate “Vicidomini” alla genovese con cipolle di Montoro

Una cena infinita in cui non riesci a dire “no” a nulla: dal baccalà confit con friarielli e passatina di ceci neri

Salumeria 13, Baccalà confit con friarielli e passatina di ceci neri

al secreto di maiale iberico marinato alla soya con patate croccanti e maionese spicy.

Salumeria 13, Secreto di maiale Iberico marinato alla soya con patate croccanti e maionese spicy

Questo ragazzo non delude neanche sui dolci. D’altronde il cibo è una passione di famiglia. Il fratello Michele è pasticciere.

Salumeria 13, Semifreddo ai marroni con ganache al whisky, chantilly, castagne candite e biscotto morbido al cioccolato

Golosissimi il semifreddo ai marroni con ganache al whisky, chantilly, castagne candite e biscotto morbido al cioccolato; il croccante di sfogliatella con marmellata di arance, mousse di ricotta di pecora e cake alla carota;

Salumeria 13, Croccante di sfogliatella con marmellata di arance, mousse di ricotta di pecora e cake alla carota

il pralinato alla nocciola, glassa all’amarena e crumble al cacao salato.

Salumeria 13, Pralinato alla nocciola, glassa all’amarena e crumble al cacao salato

Vado via con la convinzione di aver conosciuto una persona speciale

che svolge il suo lavoro innanzitutto per passione.

Articoli correlati

II Concorso Letterario Felicetta Confessore: martedì prossimo la serata di premiazione

L’appuntamento è alle 19 presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata in Pagani. Un momento da non perdere per chi è appassionato di letteratura e per chi…

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *