Sorrento: dalla “Terrazza Vittoria” dell’Hotel Continental coccole per la mente e per il cuore

Ricorderò l’estate appena trascorsa per una piacevole scoperta: il ristorante “Terrazza Vittoria” dell’Hotel Continental in Sorrento. La struttura ha compiuto i sessantadue anni, ma fino a due anni fa la sua cucina poteva essere assaggiata solo dagli ospiti che vi alloggiavano.

Diodato, Carlo e Sandra Scala, cugini tra di loro, continuano a coltivare il sogno dei loro genitori che gli hanno lasciato un testamento morale ben chiaro: continuare sempre a impegnarsi per migliorare il luogo di famiglia.

La scelta di inaugurare la “Terrazza Vittoria” si è rivelata molto più che felice. La stagione estiva è stata scandita da sold out a pranzo e cena. Merito della brigata di cucina e del perfetto servizio di sala, assi nella manica che danno ulteriore lustro a un posto già naturalmente suggestivo.

Così Eugenio Cuomo, lo chef che preferisce più cucinare che esporsi ai riflettori, con Fabio Bellotti e la virtuosa pasticciera Charlotte Aversa, riesce a realizzare piatti gustosi e armonici cromaticamente che conquistano prima il palato e poi occupano il proprio posto nella memoria.

Da sx; Eugenio Cuomo, Charlotte Aversa, Fabio Bellotti

Antonio Fiorito, il maître, cortese e disponibile con la clientela, è un esempio di professionalità, anche quando si rapporta con i suoi “ragazzi”.

Il menu è declinato con prodotti eccellenti che non vengono mai snaturati, ma sempre valorizzati in modo equilibrato: dall’entrée al dolce.

Da assaggiare assolutamente la panna cotta salata alla zucca e arancia con tartare di salmone e uova balik, un’apertura che dà subito l’idea di chi ci si trova di fronte.

Il crudo e cotto di tonno scottato di verdurine baby e salsa caraibica è un antipasto che riscuote sempre molti consensi.

Ma Eugenio ha anche la passione per il pesto di bottarga che unisce agli spaghetti di Gragnano con vongole, fiori di zucca e pomodori secchi. Da non perdere anche i tagliolini freschi con crema d’aglio e tartufo nero.

Ormai è chiaro, degno figlio della sua terra, Eugenio adora cucinare il pesce come il rombo in guazzetto di patate e pomodorini gialli ai capperi neri con dressing di olive nere.

Si continua con la crema di latte alla fava tonka, sorbetto al mango e lime con crumble alla nocciola.

Si arriva quindi al dolce che riveste un ruolo fondamentale a “Terrazza Vittoria”: tartelletta di limone con biscotto, crema di limone, gel di limoncello, disco di meringa, sorbetto al basilico e limone candito,

seguita da una sfilata di piccola pasticceria.

Realtà del genere rigenerano cuore e mente perché testimoniano che in un mondo in cui tutto sembra essere perso ci sono ancora uomini come Diodato, Carlo e Sandra che coltivano ancora sentimenti.

Articoli correlati

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

“Una dolce storia dal 1830”: sabato ad Amalfi la presentazione del libro dedicato alla Pasticceria Pansa

Edito da Italian Gourmet, casa editrice specializzata in pubblicazioni di Alta Cucina e Pasticceria, sarà presentato alle ore 18.30 all’interno degli Antichi Arsenali della Repubblica ad Amalfi….

Dialetto e toponomastica: se ne discute domani a Napoli

Fu Ferdinando IV di Borbone nel 1792 a dare un primo assetto ufficiale e sistematico alla toponomastica napoletana. Questa è soltanto una delle mille scoperte che si…

Euforia ai Giardini del Fuenti: racconto di una notte di pura magia

di Francesca Pappacena Nel cuore mozzafiato della Costiera Amalfitana, tra il dipanarsi di un tramonto incantevole, note avvolgenti e profumi irresistibili, si è svolto Euforia: un evento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *