Torre Annunziata: Antonio Mauro e Salvatore Kosta presentano “Massè – Pizza e Fritti”

rzezqxÈ partito mercoledì 30 marzo la nuova avventura di Massè trasformato in “Pizza e Fritti”. Il locale di corso Vittorio Emanuele III a Torre Annunziata con vista spettacolare ha presentato al pubblico il nuovo progetto. Merito di Antonio Mauro, il titolare e discendente di una famiglia di pasticcieri specializzata nei dolci della tradizione, a pochi metri più in là, in via Oplonti, e di Salvatore Kosta, ambasciatore di un impasto per la pizza realizzato con farine non raffinate e non ricostituite.

vfvbac
Da sx: Antonio Mauro, Laura Gambacorta, Salvatore Kosta

Una consulenza preziosa la sua che ha dato ad Antonio la spinta giusta per continuare nella strada già intrapresa qualche anno fa, che si sposa con un restyling della struttura che, nella nuova veste, ha guadagnato luce e spazio.

gseksf
Massè, I fritti

E così la degustazione di “Massè – Pizza e Fritti” non poteva che incominciare con mini crocché di patate, fior di zucchina con ricotta e salame, pane in carrozza, tutti preparati con una pastella a base di uovo.

La sfilata gustosa è proseguita con la pizza piennolo e bufala (pomodorini del piennolo del Vesuvio Dop, mozzarella di bufala campana Dop, olio evo Dop colline salernitane, basilico).

n5eqqh
Massè, Piennolo e bufala

Ad accompagnare le prime due portate, La Curmi Blanche di 32 via dei Birrai, birrificio protagonista della serata.

Si passa poi al ripieno tradizionale con scarole (scarola cruda, capperi di Salina, acciughe di Cetara, olio evo Dop colline salernitane)

tx0lxz
Massè, Ripieno tradizionale con scarole

innaffiata dall’Audace, Belgian Strong Ale.

6uakap

Non poteva mancare la pizza dell’Alleanza, riconosciuta pizza dell’anno 2013 da Gambero Rosso (fiordilatte di Agerola, lardo di colonnata Igp, cipolla ramata di Montoro, scaglie di conciato romano presidio Slow Food, olio evo colline salernitane)

xr6ecn
Massè, Pizza dell’Alleanza

la Oppale Saison.

tlcdb7
Massè, Babà

Degno di nota il babà, ottima testimonianza della tradizione pasticciera della famiglia Mauro.

Articoli correlati

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Napoli: da oggi al via “Campania Young Festival”

Una rassegna teatrale e cinematografica interamente allestita e interpretata dagli studenti di 52 istituti secondari di secondo grado della Campania. Questo è l’originale format di “Campania Young…

Il fuoco che ti porti dentro di Antonio Franchini inaugura “Libri e Cappuccino”

di Maria Pepe “Mia madre puzza”. Inizia così Il fuoco che ti porti dentro, ultimo romanzo di Antonio Franchini, edito da Marsilio. Ironia, sagacia, letteratura, tracciano la…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *