Predisponenti e predestinati: grandi nomi della cultura, dello spettacolo e dell’enogastronomia per la nona edizione del nostro premio

Predisponenti e predestinati. Con questo claim si è svolta ieri sera la nona edizione del Premio Ritratti di Territorio. Al Bagatto di Pagani, per il nono anno di fila la giornalista Nunzia Gargano – ideatrice della kermesse – ha consegnato riconoscimenti alle eccellenze del territorio campano.

Come da tradizione, la serata è stata divisa in tre momenti: la consegna dei premi alle personalità del mondo della cultura, dell’arte, dell’imprenditoria e della poesia (premio “Anna Contaldi”); i riconoscimenti riservati al mondo dell’enogastronomia “Ritratti di Territorio Food Award” alla memoria di Alfonso Pepe; e la degustazione di piatti dei migliori produttori, artigiani, chef, maestri pasticcieri della zona.

La presentazione della serata è stata affidata a Roberto Ritondale, giornalista Ansa. Nel mezzo della serata ci sono state alcune letture di brani significativi a cura di Cleo LambertiCaterina Sabatino e Vincenzo SabatinoBarbara Attianese, studentessa in Giurisprudenza, ed Emanuela Petrelli, studentessa in Medicina, sono state le vallette dell’evento.Enzo e Franco Civale hanno gestito l’impianto audio e video.

Il premio speciale “Ritratti di Territorio”, realizzato dall’artista paganese Sasà Sorrentino, è stato conferito allo scrittore Silvio Perrella. Questa la motivazione del riconoscimento al curatore del Meridiano Mondadori a Raffaele La Capria: «Critica letteraria, scrittura, fotografia, racconto, radio, questi i capisaldi della sua attività culturale. Profondo osservatore della realtà che lo circonda, riesce a immortalarla con scatti e parole vivendola pienamente, chiaroscuri compresi. Studioso serio e rigoroso, il suo nome è affiancato a quello di alcuni dei più grandi autori del Novecento italiano e straniero avendone curato le edizioni critiche. Napoletano d’adozione, è molto apprezzato anche come drammaturgo».

Tutti i premiati:

Mario Autore, attore, regista, formatore e compositore musicale, consacrato al grande pubblico per l’interpretazione di Eduardo nel film “I De Filippo”.

Elvira Buonocore, interprete e drammaturga, una delle penne più apprezzate in Italia.

Marcella Celoro, anima del teatro CAT, un luogo che si conferma un punto di passaggio, per chi è alla ricerca di un’arte attoriale ricca di umanità, e che contribuisce a ravvivare la vita culturale di Castellammare di Stabia.

Christian Chiummariello, Peppino De Filippo bambino nel film “I De Filippo”, è uno dei simboli della nuova generazione di attori campani emergenti.

Egy Cutolo, stilista che è rientrata a Sarno per mettere a disposizione del comprensorio la sua passione e la sua competenza professionale, che hanno trasformato il posto in un opificio di creatività ed eleganza.

Rosario Esposito La Rossa, scrittore, editore e libraio. La sua libreria “La Scugnizzeria” a Scampia è presidio di legalità e la sua perseveranza lo ha portato a pubblicare autori dei cinque continenti.

Roberto Iossa, professionalmente impegnato per la diffusione della bellezza e della cultura campana.

Ciro Pauciulo, attore teatrale e cinematografico.

PeppOh, rapper e soul man, voce di Napoli e della sua periferia, che dopo la premiazione si è esibito con la sua notevole capacità vocale e timbro riconoscibile.

Domenico Pinelli, autore e uno degli attori più interessanti del panorama nazionale.

Giuseppe Jepis Rivello, che ha realizzato la sua “bottega” per raccontare la storia delle donne e degli uomini, di Caselle in Pittari e di tutto il Cilento, che si dedicano a rinnovare i luoghi senza perdere se stessi.

Dora Romano, attrice che si divide tra teatro, cinema e televisione con risultati sempre eccezionali. Al grande pubblico è conosciuta per le interpretazioni in “E’ stata la mano di Dio” e “L’amica geniale”.

Olimpia Sales, una delle sceneggiatrici più interessanti del panorama nazionale. I cortometraggi che ha scritto, già impostisi all’attenzione della critica di settore.

Antonio Sciotti, Paladino e divulgatore della cultura musicale e teatrale napoletana.

Sergio Stile, libraio che non si è abbandonato alla “dittatura tecnologica” confermandosi un presidio per i lettori che e subiscono ancora la fascinazione dell’odore della carta.

Alfonso Tramontano Guerritore, poeta, scrittore, giornalista e sceneggiatore.

Villa per Bene (Chicco Paglionico, Francesco D’Antonio, Andrea Monetti), comici che rappresentano gli stereotipi paesani della provincia di Salerno.

Il II premio alla memoria di Anna Contaldi è stato assegnato:

– alla memoria di Lina Trezza D’oro, autrice ha saputo indagare con la sua poesia sul dolore e le “immensità del suo mistero”, sulle luci e le ombre dell’animo umano, e sul tempo che trascorre inesorabile, quando “invecchiare è amare, come mai non s’è amata, la vita”. Il premio è stato ritirato dal figlio David D’Oro.

– a Nicola Vacca, per “Muse nascoste”, un libro che illumina la “rivolta poetica delle donne”, un tributo ad autrici in alcuni casi colpevolmente ignorate.

La sezione “Ritratti Territorio Food Award” è stata presentata da Nunzia Gargano che ha consegnato il Premio Speciale Ritratti di territorio 2022 alla Famiglia Montoro con la seguente motivazione «All’eredità morale lasciata da Giuseppe, difensore del fiume Sarno e della sua salubrità, testimone di un’agricoltura etica e sostenibile da praticare in armonia con la natura, la grande madre. Alla moglie e ai figli che, nonostante la sofferenza per la perdita, nel rispetto dei valori familiari, continuano a portare avanti le sue idee affinché Masseria Pigliuocco e Lavorate siano ancora il centro operoso e solidale dell’Agro Nocerino-Sarnese».

Il premio “Ritratti di Territorio Food Award Alfonso Pepe 2022” è stato assegnato a:

Maria Antonietta Mazzeo, artefice di una personale rivoluzione copernicana che l’ha portata, nel solco del rispetto delle radici familiari, a ritornare alla terra e ai suoi frutti. La sua lungimiranza e il rapporto privilegiato con il posto del cuore, Marina di Camerota l’hanno trasformata, a sua insaputa, in un esempio di “restanza”.

Pasticceria Pansa. Eredi di una tradizione pasticcera secolare, Andrea e Nicola sono gli ambasciatori della Costiera Amalfitana e dei suoi prodotti come da tradizione di famiglia. Pasticciotto, delizia al limone, gelati, panettoni, scorzette, sono i loro manufatti preziosi conosciuti in tutto il mondo.

Alessio Aufiero, ambasciatore internazionale dell’arte della mixology, si contraddistingue per la forte creatività e la capacità di armonizzare ingredienti anche diversi. Per la sua professione, ha girato il mondo senza mai dimenticare l’attaccamento al suolo natìo al quale ha deciso di dedicare la sua sapienza.

Carlo Verde, executive Chef Yacht Club Marina di Stabia (Na). Serio, rigoroso, disponibile, è interprete di uno stile culinario improntato al rispetto degli ingredienti con l’unico obiettivo di realizzare piatti che si distinguono per l’armonia cromatica e il gusto pulito.

Annalisa Del Vecchio, per l’entusiasmo con il quale svolge il suo lavoro che la porta a considerare ogni evento come se fosse il suo. Per il sorriso contagioso e per la grande forza comunicativa, è diventata la wedding planner che ognuno vorrebbe al suo fianco nel giorno più importante.

Lucia Immacolata Migliaccio. Le parole dei suoi articoli scorrono come fiumi di vino. La sua particolare attenzione al mondo vitivinicolo l’ha resa una delle giornaliste giovani più serie e generose nel mondo del wine-writer. È autrice di resoconti puntuali che contribuiscono a orientare il lettore nella scelta del vino giusto.

Azienda Agricola Villa Diamante. La perseveranza di Diamante e Serena è la chiave del successo dell’azienda agricola che si sviluppa in armonia con il paesaggio di riferimento. La competenza e la motivazione di queste due donne è il segreto del successo dell’azienda agricola che viene riconosciuta come opificio di alta qualità soprattutto per le qualità dei vini.

Roberta Di Meo del rristorante “Il Riccio” di Baia (Na). Di animo vulcanico come il territorio in cui cresciuta, è sommelier nel ristorante di famiglia. La carta dei vini dei Campi Flegrei da lei realizzata si sposa perfettamente con le pietanze di pesce dello chef Agostino Alboretto. Insieme hanno aderito al progetto “No Food Waste” contro lo spreco del cibo e hanno studiato nuove tecniche di frollatura dei pesci grandi e di preparazione di salumi ittici.

Antonio Fusco. La fascinazione per il lievito e per la farina l’ha reso un maestro pizzaiolo apprezzato. Predilige ingredienti di alta qualità, ma non disdegna l’arte della friggitoria per la quale riceve notevoli apprezzamenti.

I protagonisti della degustazione

Beverage

Bella ‘Mbriana – Nocera Inferiore (Sa)

Famiglia Pagano 1968 – San Marzano Sul Sarno (Sa)

Fratelli Penna – Amaro Penna – Sassano (Sa)

Mixology

I cocktail di Cinquanta Spirito Italiano – Pagani (Sa)

I cocktail del City Hall – Pagani (Sa)

Food

Elisa Somma – Ristopub Joia – Pimonte (Na) “Joia 2.0”

Giovanna Farina – ‘O Ca Bistrò – Nocera Inferiore (Sa) “Stracotto di manzo all’Aglianico su purè di patate”

Lorenzo e Antonella Principe – Famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore (Sa) “Puorko di periferia”

Dario Montoro – Montoro Erbe – Sarno (Sa) “Misticanza di campo”

Lorenzo Montoro – Il flauto di Pan Villa Cimbrone – Ravello (Sa) “Gnocco napoletano al pomodoro”

Giovanni Montoro – Terre Lavorate – Sarno (Sa) “Crostone con ‘mpupata di melanzane”

Francesco e Fabio Vorraro – Mamma Elena Restaurant – San Giuseppe Vesuviano (Na) “Canneroni con totano, patate e lime”

Giulio Coppola – Il Bikini – Vico Equense (Na) – “Lardiata”

Carlo Verde – Yacht Club – Castellammare di Stabia (Na) – “Fresella di grano tenero con fichi, nocciole, limone, salato, scarola riccia”

Mafalda Amabile e Gerardo Figliolia – Osteria La Pignata – Bracigliano (Sa) “Tortino di mallone con cuore di provola”

Maria Antonietta Mazzeo – Azienda Agricola Mazzeo – Marina di Camerota “Barattiere in purezza”

Gianni Mellone – Mood Steakhouse e Garden – Salerno – “Il soffritto secondo me”

Salvatore e Luigi Calabrese – Macelleria del Centro Storico – San Marzano sul Sarno (Sa) – “Fantasia di insaccati”

Francesco Pastore – Pizzeria La Pergola – Scafati (Sa) – “La mia friggitoria”

Paolo Amato – Caseificio Aurora – Sant’Egidio del Monte Albino (Sa) – “La mia selezione”

Giuseppe Vicedomini – Sous Chef Parco dei Principi – Sorrento (Na) “Risotto con zucca in doppia consistenza, funghi porcini e cremoso di parmigiano”

Dolci

Giuseppe e Prisco Pepe – Pepe Mastro Dolciere – Sant’Egidio del Monte Albino (Sa) “La noisette”

Salvatore Gabbiano – Gabbiano Dulcis in Pompei – Pompei “Il maritozzo pompeiano”

Andrea e Nicola Pansa – Pasticceria Pansa – Amalfi (Sa) “La delizia al limone”

Photocredit: Luciano Squitieri

Articoli correlati

Scenari pagani 26: domani sera il quinto appuntamento al teatro S. Alfonso

Toccherà a “Capitalism” di “Generazione Disagio” l’apertura del quinto sipario di “Scenari pagani 26 – Fuori campo”. Appuntamento domani sera, alle 20.45, presso l’Auditorium S. Alfonso in…

“Cuore a Tavola”: questa sera da NastEat la cena di beneficenza per “La stanza di Tobia”

A organizzare: il Rotary Club “Apudmontem” di Nocera Inferiore e l’Accademia Nazionale Pizza DOC. Protagonisti: Christian Nasti, Enrico Porzio, Angioletto Tramontano. Il progetto benefico, fortemente voluto e…

Dialetto e cinema lunedì al Musap di Napoli

Sarà dedicato al rapporto con il cinema il quarto degli “Incontri sul dialetto” curati dal Comitato per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano e…

Ritorna Spremuta Day: tappa a Sorrento, Piano e Massa Lubrense

Spremuta Day, l’iniziativa che promuove la conoscenza e il consumo delle arance sorrentine tra gli alunni delle scuole primarie della Penisola sorrentina, quest’anno aggiunge una terza tappa…

Libriamoci al Pegaso: il 24 febbraio presenti gli studiosi del territorio

Sono profondamente orgogliosa di essere stata individuata tra gli autori delle nostre zone. Sabato mattina, con grande entusiasmo sarò al centro commerciale Pegaso. Una vera e propria…

Futuri chef a raccolta per il progetto dell’Associazione medici diabetologici della Campania

“La diabetologia incontra i futuri chef: la prevenzione a tavola” questo il titolo del progetto del gruppo “Lifestyle” dell’Associazione medici diabetologi della sezione Campania. Partito il 5…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *