Bracigliano: lunedì 29 ottobre, alla Pignata, i Sapori da Gustare del Sud Tirol

image_pdfimage_print

Se li ho soprannominati “OstiNati” un motivo c’è. Mafalda Amabile e Gerardo Figliolia, animatori dell’osteria “La Pignata” sono i custodi della tradizione culinaria di Bracigliano e dell’intero comprensorio. Insieme sono una coppia vincente e hanno reso il proprio locale sede della cucina antica e contadina.

Mafalda e Gerardo sono anche glocal. Infatti, hanno una sorta di gemellaggio ideale e reale con il Trentino Alto Adige in cui si recano, ogni anno, per le vacanze estive, dopo averci vissuto per un po’.

Di tanto in tanto, organizzano una serata tirolese per una passeggiata tra i sapori tipici del Sud Tirol. Dopo il successo riscosso nell’aprile scorso, per lunedì prossimo ripropongono la serata tirolese ovvero “Sapori da Gustare”.

Appuntamento alle 21.00.

Per info e prenotazioni

Osteria La Pignata – via F. D’Amato, 54 – Bracigliano (Sa)

Tel. 081969580 – 3487643791

Costo degustazione: 25 €

Sapri: domani fa tappa la festa del peperoncino

image_pdfimage_print

Cultura, tradizione ed innovazione per una serata davvero piccante! Dopo il Festival del Peperoncino di Diamante, sarà il Lungomare di Sapri, domani, sabato 13 ottobre 2018, a partire dalle ore 17:00, a colorarsi del rosso del gusto e della passione con il primo “Pic Day”!
L’evento nasce con il supporto del Comune di Sapri e dell’Accademia del Peperoncino, presieduta dal “deus ex machina” del prestigioso “Festival del Peperoncino” di Diamante Enzo Monaco.


Il logo ufficiale porta la firma di Lello Esposito, artista mondiale dei Pulcinella.
Protagonista della serata sarà “Sua Maestà il Peperoncino”! Nella location, in programma tante degustazioni con chef importanti, protagonisti di una serie di show-cooking, e ristoratori locali che prepareranno piatti a base di piccante, dalla pasta ai legumi fino ai dolci ed ai gelati al peperoncino.
Ma non ci sarà solo la gastronomia. In cartellone, infatti, spazi dedicati ai bambini, con il teatrino “Pic” di Antonio Mercurio, alla cultura ed alla storia, con la presentazione del libro “Peperoncino amore mio” di Enzo Monaco (interverranno Alfonso Sarno de “Il Mattino” e l’economista Pasquale Persico) ed il momento dedicato a “Pisacane, personaggio piccante”, con Corrado Limongi e Ferruccio Policicchio. Sul lungomare, in piena atmosfera piccante, verrà allestita la mostra d’arte “Not for all…non solo nudi e cioccolato al peperoncino”. 
Infine, lo spettacolo e la musica con la neo miss “Ragazza Cinema OK”, la ventenne saprese Ylenia Zicarelli, che, per l’occasione, riceverà la corona di “Miss Peperoncino 2018” dalla locale Spigolatrice Rossella Bisogno.

La serata sarà allietata da musica popolare, con ” U Massaro”, “Namaracundo” ed il campione del mondo di organetto Alessandro Gaudio, e dal “DJ SET” a cura di Marco “Rey” Ferraro. Collaborano all’evento bar, pasticcerie, pizzerie e gelaterie della città.


Programma Pic Day 2018

Questo il programma completo del Pic Day 2018 a Sapri (Lungomare Italia, sabato 13 ottobre 2018)

Ospiti d’onore della serata: signora Amarilys Gutierrez, console generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli, ed il presidente dell’associazione “Italia-Cuba-Salerno” Emilio Lambiase.

Ore 17: Spazio culturale

Presentazione del libro “Peperoncino amore mio” ed il convegno “Opportunità di fare il turismo attraverso il cibo” con Enzo Monaco, Alfonso Sarno e Pasquale Persico

A seguire:

Carlo Pisacane, personaggio piccante”

con Corrado Limongi, Enzo Monaco e Ferruccio Policicchio

Ore 17: Apertura stand gastronomici, a cura dell’Accademia del Peperoncino

Ore 19:30 Inizio “show cooking”
Chef : Alessandro Feo (Omignano Scalo); Lorenza Riccardi (Ristorante “La cantinella sul mare” – Villammare di Vibonati); Vincenzo Grisolia (“Vigrì” – Scalea)

Pascal Sfara (Sapri)

Ore 19:30 Street Food

con Sofia Di Maio, Antonio Morabito, Maria Fazzolari, Tommaso Occhiati.

Ore 20 Spazio Spettacolo e Musica 
Francesca Persico – “Namaracundo” – Gianni Pellegrino (attore – “Re Peperoncino”) – Pino “’U Massaro” – Alessandro Gaudio (campione mondiale organetto) – Miss Peperoncino Ylenia Zicarelli (incoronata dalla Spigolatrice, Rossella Bisogno) – DJ Set con Marco “Rey” Ferraro

Nel corso della giornata

Spettacolo per bambini 
Spettacolo “piccante” con Pulcinella ed il diavoletto al teatrino dei burattini di Antonio Mercurio


Mostra Fotografica (presso Crivella Café)

Not for all…non solo nudi”,a cura dell’Atelier du faux semblant

Presentazione eventi a cura di Carmela Santi

Presentazione Cooking Show a cura di Maria Di Vece

Fotografo ufficiale: Orazio Cantio

Food manager: Tiziana Mandola e Rosetta Bovienzo

L’ufficio stampa

Tonino Luppino

Vito Sansone


Maurizio Di Ruocco è il vincitore del contest Divin Pomodoro a Sant’Antonio Abate

image_pdfimage_print

Il tortello d’autunno trionfa al contest “Divin Pomodoro” a Sant’Antonio Abate. Domenica sera, Maurizio Di Ruocco, si è aggiudicato il primo premio durante la manifestazione collegata a “Divin Castagne 2018”.

Tortello d’autunno

27 anni di Gragnano, è chef patron di “Villa Zaira”, il ristorante che aprirà a fine mese a Castellammare di Stabia. Ha presentato il suo piatto, durante il cooking show dedicato alla preparazione di una pietanza con il pomodoro della locale azienda conserviera “La Torrente”. Tre i cuochi arrivati in finale, tra 68 partecipanti.

Sgombro sul Vesuvio

Di Ruocco, ex allievo dell’Ipseoa Viviani di Agerola, si è esibito dopo Francesco La Rocca, executive chef dell’Hotel “Il Mulino” di Capo d’Orlando in provincia di Messina. “Sgombro sul Vesuvio”: questo il nome del suo piatto realizzato esclusivamente con prodotti campani.

Zuppa di pesce

Ultimo a sfilare Pasquale Cerchia, chef patron del ristorante “Masaniello” in Maiori, che ha presentato la sua personale “zuppa di pesce”.

Un momento molto gradevole grazie alla presentazione professionale e cordiale della giornalista Brigitte Esposito. Quattro i giurati presenti per scegliere il vincitore.

Giovanni Sorrentino, presidente di giuria, chef patron del ristorante “I Gerani” di Santa Maria La Carità, è stato il selezionatore delle ricette e l’animatore principale del contest durante i quattro mesi del concorso. In giuria c’erano inoltre: Andrea D’Auria (Divin Castagne); Elio Mascolo (CertForm); Nunzia Gargano, giornalista, fondatrice di “Ritratti di Territorio”.

Dopo la presentazione e la degustazione dell’ultimo piatto, i giudici si sono riuniti per compilare le schede di valutazione.

La premiazione è stata esilarante. Brigitte Esposito ha coinvolto Pippo Pelo, conduttore radiofonico di “Radio Kiss Kiss”, protagonista a sua volta di un cooking show post contest e Paola Torrente, miss curvy, col papà Salvatore in rappresentanza dell’azienda famiglia.

Incredulo e orgoglioso, Maurizio Di Ruocco quando ha sentito pronunciare il suo nome. L’emozione fa sempre brutti scherzi, anche se si è abituati ai riconoscimenti. Di Ruocco, infatti, nel 2017 è stato insignito anche del “Ritratti di Territorio Food Award” perché, come recitava la motivazione: “Giovane, talentuoso, ha fiuto per le materie prime eccellenti. Ideologo della cucina, è uno spirito ribelle che si rasserena solo al momento della composizione dei piatti che si distinguono anche per l’armonia cromatica”.

Di certo, il contest “Divin Pomodoro” si è rivelato un’ottima scelta e ha incontrato la soddisfazione del pubblico e degli addetti ai lavori.

A Roccapiemonte, identità, pluralità: la musica e la testimonianza di impegno civile

image_pdfimage_print

Palazzo Marciani – Frazione Casali

Venerdì 12 ottobre 2018 ore 19:30

Sabato 13 ottobre – ore 18.30

L’Associazione Fedora – Idee ed azioni per una società sostenibile, con il patrocinio del Comune di

Roccapiemonte ed in valida sinergia con gli assessorati allo spettacolo diretto dall’assessore

Roberto Fabbricatore ed assessorato alla Cultura diretto dall’assessore Annabella Ferrentino, in

comunione d’intenti e forte collaborazione con le Associazioni Mente cuore e forza e Amici di Villa

Calvanese, Associazione Ultimi e Circolo Giovanni Califano, ha organizzato per i giorni venerdi 12

e sabato 13 ottobre 2018, presso Palazzo Marciani – frazione Casali di Roccapiemonte, la

manifestazione:

Ottobre mese del libro – Per Roccapiemonte città della cultura – Seconda Edizione 2018 Il libro tra identità, cittadinanze e nuovi cittadini. L’accoglienza che (ci) cambia

Oggi avvertiamo, più che mai, che l’accettazione e l’accoglienza dell’altro e del diverso sia il

problema fondamentale dell’uomo in una società che diviene sempre più complessa e irrelata, oltre ch e

multietnica e multiculturale.

Essere capace di incontrare “l’altro” è il banco di prova della qualità umana del soggetto e della sua

identità.

A questo tema, l’Associazione Fedora, vuole affiancare quello che si può definire il volto plurale

dell’intelligenza.

Consapevole che ciascun soggetto sviluppa un equilibrio personale fra una pluralità di attitudini mentali

e che vi sono un’intelligenza corporeo-cinestetica ed una spaziale, come una musicale ed una

linguistica, l’associazione Fedora ha potuto contrassegnare il 2018 come l’anno in cui la musica è stata

più presente nel proprio cartellone, con collaborazioni con l’Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale

Mario Vassalluzzo di Roccapiemonte e il Liceo Scientifico Bonaventura Rescigno di Roccapiemonte.

Leggere altre menti e altri linguaggi vuol dire uscire dal proprio egocentrismo personale e culturale per

costruire, nella reciprocità sociale, il proprio essere collettivo, sapersi collocare nel mondo accettando

la logica della diversità anziché seguire quella dell’omologazione.

Educare ed educarsi alla cittadinanza, oggi, significa impegno a costruire comunità più ampie e coese

dove nessuno rinuncia alla propria identità, dove ciascuno è capace di interagire e relazionarsi con la

pluralità delle altre diversità, nel rispetto delle libertà reciproche. Quelle stesse libertà che ancora oggi

dobbiamo quotidianamente proteggere e che sono la base della nostra democrazia.

Specialmente i giovani devono maturare esperienze significative, venire in contatto con realtà vive,
capaci di trasmettere la forza dei valori e degli ideali vissuti e testimoniati da chi ha scelto di vivere
quotidianamente a contatto con i poveri, con gli ultimi, e da chi crede nella possibilità di un mondo

migliore, combattendo concretamente le ingiustizie, le diseguaglianze, la criminalità e tutte le mafie, che

soffocano lo sviluppo delle persone e del territorio, il riconoscimento dei diritti: il testimone di questo

impegno sarà per noi Don Aniello Manganiello, che con autorevoli personalità presenterà il suo libro

sabato 13 ottobre 2018 alle ore 18.

Programma

Venerdì 12 ottobre 2018 ore 19:30 Taglio del nastro della manifestazione da parte del Sindaco dott. Carmine Pagano Indirizzi di saluto:

Roberto Fabbricatore- assessore allo spettacolo del Comune di Roccapiemonte

Annabella Ferrentino- assessore alla cultura del Comune di Roccapiemonte Concerto I mille… e uno volti dell’amore

Musica lirica classica e moderna con Rosita Gargano pianista, Sabrina Lamberti mezzosoprano e

Andrea Montella violinista.

Vogliamo accogliere tanti amici in un evento con la direzione artistica del M° Rosita Gargano.

Ascolteremo armonie e consonanze letterarie con illustri ospiti scrittori. I ragazzi di Fedora offriranno

momenti piacevoli di riflessione ed intrattenimento a tutti coloro che parteciperanno. La cucina, da

azione di valorizzazione e sostegno dell’identità e della memoria, si tramuterà in eleganti note di

convivialità e piacere grazie alle associazioni Mente cuore e Forza e Amici di Villa Calvanese.

Presenta Irene Fimiani- direttivo di Fedora Intermezzo con la presentazione dei libri sul tema della vita:

Il silenzio delle madri di Giuseppina Esposito

Figli del grano marcio di Salvatore Borriello a cura di Anna Bove – direttivo di Fedora

Sabato 13 ottobre 2018 ore 18:00

Momento di solidarietà a cura della prof.ssa Annalaura Guarino, responsabile progetto Scuola amica

dell’Unicef

A seguire Convivio dell’accoglienza e del fare Comunità a cura delle associazioni Mente cuore e forza

di Casali di Roccapiemonte e Amici di Villa Calvanese di Castel San Giorgio.

Prima presentazione nel Salernitano e seconda presentazione assoluta in Campania del libro di

Don Aniello Manganiello: Gesù è più forte della camorra – Dalla Campania alle Scampia d’Italia

A cura dell’associazione Ultimi diretta da Andrea Manzi

Un evento di straordinario valore civile all’insegna della legalità, con la partecipazione dei giovani e

delle scuole del territorio.

Saluti Dott. Carmine Pagano- Sindaco di Roccapiemonte. Interverranno Andrea Manzi- Presidente dell’associazione Ultimi e coautore del testo. Sen. Alfonso Andria – Presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni culturali di Ravello. Dott. Corrado Lembo – già Procuratore Capo della Repubblica di Salerno. Conduce il giornalista Giuseppe Della Morte. Conclude l’autore Don Aniello Manganiello.

Divin Castagne: boom di presenze, show cooking e degustazion conquistano il pubblico

image_pdfimage_print
Carmine D’Aniello

Sono stati oltre 25mila i visitatori del Divin Castagne, nella maratona (sei giorni di evento spalmati su due settimane) che ha trasformato Sant’Antonio Abate non solo in un ristorante a cielo aperto ma in una vetrina su tipicità e tradizione dei Monti Lattari. 

L’Ottava edizione della manifestazione è riuscita a mantenere una coerenza comunicativa nei vari aspetti che l’hanno contraddistinta: dalla valorizzazione e promozione dei prodotti del paniere della pedemontana dei Lattari e dell’Agro nocerino-sarnese grazie alla degustazione degli stessi.

E’ proprio questo che ha reso l’edizione 2018 del Divin Castagne un momento saliente nello sviluppo della rassegna stessa.

Soddisfatti gli organizzatori dell’evento: Carmine D’Aniello, Giovanna Mascolo e Andrea D’Auria.

Ringraziamo quanti hanno voluto credere in noi consentendo la svolta del Divin Castagne. Gli sponsor che ci hanno supportato, gli chef, i produttori, la grande stampa che ha acceso un riflettore su questo nostro esperimento che via via si sta consolidando”,   hanno detto.

Anche i due chef stellati che hanno preso parte allo show cooking di chiusura, Paolo Gramaglia e Michele De Leo non hanno mancato di sottolineare ai microfoni di Rosaria Castaldo come “il Divin Castagne sia servito a far conoscere, nell’insieme, le proprietà di prodotti del territorio che forse erano sottovalutati. E’ incredibile notare – hanno detto – la concentrazione territoriale di alimenti di altissima qualità”.

Un aspetto strettamente connesso alla salute come ha spiegato il professor Rocco Di Prisco del Cnr nella conferenza di apertura dell’evento organizzata dalla giornalista Brunella Cimadomo proprio per sostenere il “paniere agroalimentare” del territorio nel suo insieme: dal fagiolo mustacciello al cipollotto nocerino DOP, al finocchio di Sarno. “Prodotti meno noti del pomodoro San Marzano, ma anche loro benefici per la salute”. Un paniere che è stato anche posto all’attenzione di buyer esteri grazie ad una iniziativa promossa da Salvatore Caputo, di Alto Artigianale, consulente del Divin Castagne “Importanti buyer hanno incontrato e visitato le aziende del territorio per sviluppare poi accordi commerciali. Contiamo in futuro di portare le nostre valenze agroalimentari direttamente nelle città estere attraverso il tastearound”.

Spazio è stato dato anche ai grandi vini del territorio con degustazioni  condotte dal giornalista Luciano Pignataro tra cui quella deicata alle “virtù di Gragnano”.

Non sono mancati i momenti di spettacolo con pippo Pelo, i ragazzi di Casa Surace e i corner musicali dedicati al jazz.

UFFICIO STAMPA DIVIN CASTAGNE:

BC COMMUNICATION SERVICES SRLS

bccommunication.it
392.6686262 – 081.19203633