“Premio Scenari pagani 2019” a Mimmo Borrelli sabato prossimo al Centro Sociale di Pagani con “Napucalisse”

image_pdfimage_print

Tutto pronto per l’avvio ufficiale di “Scenari pagani 23”. Si comincerà alla grande, sabato 14 dicembre, alle 20.30, al Centro Sociale di Pagani, la rassegna di cui è direttore artistico Nicolantonio Napoli allieterà il suo pubblico con 8 appuntamenti fino a marzo 2020. Primo appuntamento con Napucalisse di Mimmo Borrelli. All’attore, regista e scrittore di Torre Gaveta, in quell’occasione, sarà attribuito il “Premio Scenari pagani 2019”.

Mimmo Borrelli è “uno scrittore furibondo, fluviale, forte, già importante”, così lo definì Franco Quadri in occasione del suo romanzo “’Nzularchia” pubblicato da Baldini & Castoldi.

Come ormai da qualche anno, Napucalisse sarà preceduto da “Tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo a cura di Ritratti di Territorio, il progetto culturale della giornalista Nunzia Gargano che con Casa Babylon Teatro si conferma una realta a presidio delle realtà locali.

Gli spettatori, prima dell’ingresso in auditorium, saranno coccolati dai taralucci del “Biscottificio Calabrese” e dalle creazioni gustose dell’Osteria La Pignata, entrambi di Bracigliano, accompagnati dai vini di Famiglia Pagano 1968 di San Marzano Sul Sarno.

Tutto pronto quindi per un’edizione il cui sottotitolo Collisioni preannuncia serate deflagranti.

Prossimi appuntamenti: venerdì 31 gennaio 2020, Rita Marcotulli e Luciano Biondini in “La strada invisibile”; sabato 15 febbraio 2020, Tonino Taiuti e Lino Musella in “Play Duett”; 22 febbraio 2020, Enzo Moscato in “Ritornanti 2.0”; sabato 29 febbraio 2020, Scena Verticale “Lo psicopompo”; sabato 7 marzo 2020, Andrea Cosentino “Primi passi sulla Luna”; sabato 14 marzo 2020 Compagnia Vetrano-Randisi, Totò e Vicè; sabato 28 marzo 2020, Fabiana Iacozzilli-CrAnPI, “La classe”.

Napucalisse

di e con  Mimmo Borrelli
musiche dal vivo di  Antonio della Ragione

durata:  75 minuti

Napucalisse è un lavoro di struggente bellezza dedicato alle due facce di Napoli, quella condannata e innocente, un oratorio con musiche dal vivo eseguite da Antonio Della Ragione. La storia vede come protagonista il Vesuvio distruttore e creatore di vita, amato e odiato dalla sua gente, personificazione, secondo una leggenda locale, di Lucifero. A interloquire con lui è un Pulcinella, senza la sua abituale maschera, che cerca di placarlo raccontandogli una Napoli bella, caricaturale attraverso gli stilemi di un matrimonio di quartiere. Il Vesuvio si diverte, sembra apprezzare fin quando il racconto amaro di una Napoli cattiva e violenta, dell’Assassino ‘i Cartone, senza futuro, finisce per scatenare la furia del vulcano che comincia a eruttare seppellendo tutto.

Napucalisse, titolo geniale che mescola le parole “Napule” e “Apucalisse” è un monologo che scava nelle viscere di un’umanità dolente e arrabbiata, di una città, Napoli, considerata il luogo ideale per perdere la speranza e destinata a esplodere come il suo Vesuvio. E il Vesuvio, questo, sembra saperlo. È così che, nello spettacolo, alcuni dei suoi abitanti invocano le grazie delle sette madonne Vesuviane, messe a guardia del vulcano per placarlo, e si chiedono se sia giusto lasciar sopravvivere questa città o se sia più giusto che questa città compia il suo destino suicidandosi tra il fuoco e la lava.

Napucalisse è un’invettiva con l’anima di una preghiera, un’invocazione del fuoco per bruciare di pietà e di speranza. Con l’innocenza di un fauno e la collera di una bestia, Borrelli incarna lingua e tumulto di una Napoli che si fa archetipo e pulsa dentro la terra: archeologia di memoria, futuro e sedimento di quell’antro ribollente che è il teatro.

Per info e prenotazioni

Tel/fax 0815152931 – Mob 3289074079

info@casababylon.it www.casababylon.it

Ufficio Stampa: Nunzia Gargano

ufficiostampa@casababylon.it

Biglietti 14,00 €
Biglietti Studenti 10,00 €
Abbonamenti 75,00 €
Abbonamenti Studenti 65,00 €
Orario spettacoli: ore 21.00
Aperi/Spettacolo a cura di Ritratti di Territorio ore: 20.00

Photocredit: Mariana Silvana Dedu

Scenari pagani 23 sabato prossimo al Centro Sociale inaugurerà il cartellone 2019-2020 con la “Napucalisse” di Mimmo Borrelli

image_pdfimage_print

Sarà inaugurata ufficialmente sabato 14 dicembre, alle ore 20.30, la stagione teatrale 2019-2020 di “Scenari pagani”. La kermesse, ideata da Nicolantonio Napoli, direttore artistico di Casa Babylon Teatro, è giunta alla ventitresima edizione. Collisioni, questo il sottotitolo della rassegna che si svolgerà completamente al Centro Sociale di Pagani. Si comincerà con Mimmo Borrelli e la sua Napucalisse. Lo spettacolo sarà il completamento del laboratorio intensivo “Il teatro è un gran patto collettivo” tenuto da Borrelli, a Pagani, dal 5 al 7 dicembre scorso.

“Scenari pagani 23” si dipanerà attraverso 8 appuntamenti per concludersi il 28 marzo 2020.

Come ogni anno, gli spettacoli saranno preceduti da “Tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo a cura di Ritratti di Territorio.

Prossimi appuntamenti: venerdì 31 gennaio 2020, Rita Marcotulli e Luciano Biondini in “La strada invisibile”; sabato 15 febbraio 2020, Tonino Taiuti e Lino Musella in “Play Duett”; 22 febbraio 2020, Enzo Moscato in “Ritornanti 2.0”; sabato 29 febbraio 2020, Scena Verticale “Lo psicopompo”; sabato 7 marzo 2020, Andrea Cosentino “Primi passi sulla Luna”; sabato 14 marzo 2020 Compagnia Vetrano-Randisi, Totò e Vicè; sabato 28 marzo 2020, Fabiana Iacozzilli-CrAnPI, “La classe”.

Napucalisse

di e con  Mimmo Borrelli
musiche dal vivo di  Antonio della Ragione

durata:  75 minuti

Napucalisse è un lavoro di struggente bellezza dedicato alle due facce di Napoli, quella condannata e innocente, un oratorio con musiche dal vivo eseguite da Antonio Della Ragione. La storia vede come protagonista il Vesuvio distruttore e creatore di vita, amato e odiato dalla sua gente, personificazione, secondo una leggenda locale, di Lucifero. A interloquire con lui è un Pulcinella, senza la sua abituale maschera, che cerca di placarlo raccontandogli una Napoli bella, caricaturale attraverso gli stilemi di un matrimonio di quartiere. Il Vesuvio si diverte, sembra apprezzare fin quando il racconto amaro di una Napoli cattiva e violenta, dell’Assassino ‘i Cartone, senza futuro, finisce per scatenare la furia del vulcano che comincia a eruttare seppellendo tutto.

Napucalisse, titolo geniale che mescola le parole “Napule” e “Apucalisse” è un monologo che scava nelle viscere di un’umanità dolente e arrabbiata, di una città, Napoli, considerata il luogo ideale per perdere la speranza e destinata a esplodere come il suo Vesuvio. E il Vesuvio, questo, sembra saperlo. È così che, nello spettacolo, alcuni dei suoi abitanti invocano le grazie delle sette madonne Vesuviane, messe a guardia del vulcano per placarlo, e si chiedono se sia giusto lasciar sopravvivere questa città o se sia più giusto che questa città compia il suo destino suicidandosi tra il fuoco e  la lava.

Napucalisse  è un’invettiva con l’anima di una preghiera, un’invocazione del fuoco per bruciare di pietà e di speranza. Con l’innocenza di un fauno e la collera di una bestia, Borrelli incarna lingua e tumulto di una Napoli che si fa archetipo e pulsa dentro la terra: archeologia di memoria, futuro e sedimento di quell’antro ribollente che è il teatro.

Per info e prenotazioni

Tel/fax 0815152931 – Mob 3289074079

info@casababylon.it www.casababylon.it

Ufficio Stampa: Nunzia Gargano

ufficiostampa@casababylon.it

Biglietti 14,00 €
Biglietti Studenti 10,00 €
Abbonamenti  75,00 €
Abbonamenti  Studenti 65,00 €
Orario spettacoli: ore 21.00
Aperi/Spettacolo a cura di Ritratti di Territorio ore: 20.00

Photocredit: Mariana Silvana Dedu

Da domani a sabato 7 dicembre “Il teatro è un gran patto collettivo”, il laboratorio intensivo di Mimmo Borrelli per la prima volta al Centro Sociale di Pagani

image_pdfimage_print

Sold out per “Il teatro è un gran patto collettivo”. Il laboratorio intensivo condotto da Mimmo Borrelli arriva per la prima volta a Pagani e in provincia di Salerno. Merito di Nicolantonio Napoli, direttore artistico di “Scenari pagani” e di “Casa Babylon Teatro”. Da domani 5 dicembre e fino a sabato 7 dicembre l’auditorium del Centro Sociale sarà occupato da questo importante momento formativo.

30 ore di lezione per 13 partecipanti più 4 uditori suddivise in tre fasi: il gioco fisico sull’organicità del corpo e della parola; lo studio e il lavoro sui monologhi; l’improvvisazione.

La tre giorni con Mimmo Borrelli può definirsi come il momento formativo più atteso per chi aspira al mestiere di attore. Infatti, i suoi corsi sono a numero chiuso e presi subito d’assalto dagli “studenti”.

Per questo motivo, Nicolantonio Napoli ha voluto Mimmo Borrelli sia con il laboratorio sia in cartellone. “Napucalisse”, il 14 dicembre, infatti, sarà lo spettacolo di apertura di “Scenari pagani 23 – Collisioni”.

“Casa Babylon Teatro è una realtà che resiste da più di vent’anni – spiega Napoli – Ogni anno, organizziamo tre laboratori teatrali per altrettante fasce di età. Per questo motivo, incominciando dalla master class con Mimmo Borrelli, vogliamo qualificarci come struttura che garantisce ai suoi allievi di vivere importanti esperienze formative senza macinare tanti chilometri”.

Stamattina, al Centro sociale, è già tutto in subbuglio per accogliere al meglio Mimmo Borrelli. Si comincia domani alle 11 e si finisce sabato alle 21 perché la vita di teatro è innanzitutto sacrificio.

Nel frattempo, è partita la campagna abbonamenti 2019-2020.

Per info e prenotazioni

Tel/fax 0815152931 – Mob 3289074079

info@casababylon.it www.casababylon.it

Ufficio Stampa: Nunzia Gargano

ufficiostampa@casababylon.it

Il Premio Gelato Day 2019 a Silvia Chirico e al suo gelato al tiramisù rivisitato con latte e ricotta di bufala dell’allevamento di famiglia

image_pdfimage_print
Silvia Chirico

A Silvia Chirico della “Tenuta Chirico” di Ascea Marina il Primo Premio “Gelato Day 2019”. La premiazione è avvenuta ieri presso il Mig (Mostra Internazionale del Gelato Artigianale) di Longarone in provincia di Belluno, una kermesse che vanta più di sessant’anni di storia.

Silvia, una delle donne “rivoluzionarie” del Cilento, si è aggiudicata il premio della settima edizione, attribuito da Artglace, la Confederazione Internazionale che riunisce le associazioni di gelatieri di sette paesi della Comunità europea. Nello stesso tempo, è diventata di diritto componente del Gruppo Direttivo del Comitato Gelatieri Campani.

La gelateria di Tenuta Chirico, infatti, è stata considerata come la migliore tra quelle che il 24 marzo hanno promosso la Giornata Europea del Gelato Artigianale, l’unico evento istituito dall’Unione Europea dedicato esclusivamente a un unico alimento.

Il gusto “tiramisù” è stato il protagonista dell’edizione 2019 e Silvia ha conquistato il palato dei golosi con la sua intepretazione di gelato al tiramisù realizzato utilizzando il latte e la ricotta di bufala del suo allevamento invece del solito mascarpone.

Felice è stata anche l’intuizione di coinvolgere chiunque scegliesse questo gusto in un giro nell’azienda ecosostenibile di famiglia.

La conferma arriva anche dalle parole di Ferdinando Buonocore, presidente del Comitato Gelatieri Campani: “Simpatica e soprattutto originale l’idea denominata Compra un gelato e vinci un giro in fattoria promossa da Silvia Chirico che ha saputo coniugare lo spirito della giornata con la mission aziendale”.

Soddisfazione e incredulità le sensazioni di Silvia. Il riconoscimento appena ottenuto ha un significato profondo come lei racconta: “Essendomi avvicinata e cimentata, solo da pochi anni, con il gelato, il premio mi inorgoglisce particolarmente poiché è la chiara dimostrazione che il percorso intrapreso è quello corretto. Sono ulteriormente felice di aver potuto mostrare all’Italia intera la mia terra di origine e la mia azienda”. 

Per chi è abituato a impegnarsi seriamente in quello che fa, non tralasciando l’etica del lavoro, questi successi assumono un significato ulteriore perché confermano che la strada intrapresa è quella giusta.

Silvia è anche entusiasta del nuovo ruolo che dovrà ricoprire: “Nel Comitato Regionale mi impegnerò a promuovere il gelato artigianale non solo nella giornata ad esso dedicata, ma anche sposando tutte le possibili iniziative finalizzate alla divulgazione di questo eccellente alimento. Mi batterò, anche, affinché questo mestiere possa essere intrapreso sempre dal maggior numero di donne”.

Infatti, il tema da interpretare per l’edizione 2020 dedicata all’Olanda è yogurt con fragoline. Una scelta benedetta proprio da Silvia: “Non potevo sperare di meglio. È un abbinamento che approvo perché io produco lo yogurt e mio padre Benedetto coltiva fragoline”.
Con queste storie si comprende che se oggi la Dieta Mediterranea si è imposta all’attenzione di tutto il mondo, il merito è delle donne concrete e sognatrici come Silvia che sono diventate nello stesso custodi delle origini e ambasciatrici delle potenzialità del proprio territorio.

Scenari pagani 23 – Collisioni: partita la campagna abbonamenti e il 14 dicembre c’è la Napucalisse di Mimmo Borrelli

image_pdfimage_print

Taglio del nastro per Scenari pagani 23. Dopo il prologo all’edizione 2019 con Paolo Apolito e lo spettacolo “Tre compari musicanti”, la rassegna è stata presentata ufficialmente sabato 23 novembre presso il bar “City Hall” a Pagani.

Collisioni è il sottotitolo del cartellone di “Casa Babylon Teatro” che si inaugurerà ufficialmente con lo spettacolo “Napucalisse” di Mimmo Borrelli, sabato 14 dicembre.

8 appuntamenti divisi tra la fine dell’anno e marzo 2020 per “scardinare i luoghi comuni con un teatro scomodo perché come tutti quelli che cercano di cambiare ricevono diffidenza, ostracismo, resistenza”, come afferma Nicolantonio Napoli, direttore artistico della manifestazione.

Non poteva essere altrimenti per una kermesse che si preannuncia rinnovata nel solco della sua originalità e che si svolgerà interamente presso il Centro Sociale di Pagani.

“In un momento in cui tutti si sentono disorientati, non c’è altra possibilità che credere nei giovani – continua Napoli – investirli di una responsabilità indiretta per far sì che portino il proprio viaggio esperienziale utilizzando un linguaggio fresco, diretto, pervasivo”.

Da quest’anno ci sarà anche un’evoluzione nella comunicazione della rassegna. Saranno coinvolti tutti i ragazzi del laboratorio attraverso video, spot, interviste sui social per rafforzare l’immagine dalla rassegna, ma soprattutto per far emergere la qualità dei ragazzi. Un nuovo corso comunicativo teso ad avvicinare giovani e meno giovani al teatro in generale.

In questo solco, alcuni di loro sono stati immortalati da Gaetano Del Mauro per la foto simbolo dell’anno 23.

“Scenari pagani – chiarisce ancora una volta Napoli – è sempre in lotta per giustificare la propria esistenza, è un altro modo di essere sociali, di prendere posizione, di essere leali con se stessi e non soffrire del tradimento dei valori della propria identità; ha il sapore dell’ostinazione, un modo per far durare quello che per noi è importante, riconoscerlo e salvarlo dal ‘rumore’ e dal consumo facile del quotidiano, dargli spazio per farlo durare”.

Lo testimonia il calendario degli impegni teatrali. Dopo Mimmo Borrelli, ci saranno: venerdì 31 gennaio 2020, Rita Marcotulli e Luciano Biondini in “La strada invisibile”; sabato 15 febbraio 2020, Tonino Taiuti e Lino Musella in “Play Duett”; 22 febbraio 2020, Enzo Moscato in “Ritornanti 2.0”; sabato 29 febbraio 2020, Scena Verticale “Lo psicopompo”; sabato 7 marzo 2020, Andrea Cosentino “Primi passi sulla Luna”; sabato 14 marzo 2020 Compagnia Vetrano-Randisi, Totò e Vicè; sabato 28 marzo 2020, Fabiana Iacozzilli-CrAnPI, “La classe”.

Da qualche giorno è partita anche la campagna abbonamenti.

Per info e prenotazioni

Tel/fax 0815152931 – Mob 3289074079

info@casababylon.it www.casababylon.it

Ufficio Stampa: Nunzia Gargano

ufficiostampa@casababylon.it