L’abito giusto per il cremoso di Lorenzo Montoro? Una gonna tubino must d’eleganza

di Maria Pepe

9042ec3e2878bf210433a33ecac8bb9d

Una gonna tubino che non ti aspetti, con tutte le carte in regola per esserlo, ma, con qualche piacevole dote in più. Lunga un palmo sopra il ginocchio, lineare e pulita nel taglio, fascia e valorizza la figura, rispettandone le forme, che segue e delinea con una insolita e morbida comodità. La sensazione di costrizione che si è solite avvertire quando si indossa la più accattivante e senza tempo delle gonne scompare.

Il segreto? Il tessuto. La gonna tubino per “Ricette e bozzetti” diventa di lana. La rigidità del taglio viene smorzata dalle trecce larghe, simbolo del decoro a maglia, e dal tepore del caldo tessuto che senza indugio si candida ad essere uno dei protagonisti indiscussi delle imminenti festività.

La versione che “Lorenzo Montoro”, chef dell’osteria “Al Paese”, propone è ispirata al suo “Cremoso di cachi freschi, mandarino di Natale e yogurt di bufala”, dessert dal sapore familiare che porta con sé studio, dedizione, ricercatezza, genialità e impeccabile saper fare, confermando, che è nelle cose semplici che sono nascoste le insidie e le difficoltà maggiori.

15127446_10209804325417973_229754561_o

Lorenzo legato alle sue radici e tradizioni non poteva non creare con la sua ricetta un bozzetto migliore. Nel tubino di lana melange ocra/panna, così come nel cremoso di cachi, vi sono il rispetto della più esigente e curata, contemporaneità e della rassicurante e semplice tradizione. Volendo racchiudere il tutto in una sola parola, “Eleganza”. L’eleganza di Lorenzo, elegante nella persona e nella cucina.

15064961_10209804342938411_1074774142_o

L’eleganza di “Al Paese”, l’ osteria che, nel rispetto del tempo a cui guarda e si rivolge, ha saputo spogliare la tradizione del suo abito da lavoro per vestirla con abiti eleganti e raffinati senza snaturarne la semplicità, sua dote innata. L’eleganza di Luca Ingenito, patron dell’osteria, che, con testardaggine e caparbietà, porta avanti l’incanto “Al Paese”, saldo nei suoi principii e linee guida. L’eleganza di una gonna tubino in lana per onorare la più amata e familiare tradizione, “il Natale”.

15045245_10209804315537726_522551628_o

 




“Viaggio Al Paese dei formaggi e dei campi”

14886206_10209619753883800_1116335216_n

Paolo Amato e Lorenzo Montoro saranno le guide d’eccezione di un percorso durante il quale le emozioni si alterneranno alle percezioni gustative.

Venerdì 11 novembre, alle 20.30, presso “Al Paese” in Nocera Inferiore, i naviganti del gusto potranno essere protagonisti di un’avventura unica.

Paolo e Lorenzo, rispettivamente patron del “Caseificio Aurora” di Sant’Egidio del Monte Albino e chef residente dell’osteria contadina, ormai non hanno bisogno di presentazioni.

img_9248img_9249 Da sx: Lorenzo Montoro e Paolo Amato

Stesso discorso per il patron di “Al Paese”, Luca Ingenito, il primo dei sognatori. Se volessimo identificarlo con un personaggio del passato non troppo lontano, potremmo pensare a Jack Kerouac. Luca è sempre “on the road” per scoprire, intuire, rappresentare, svoltare, viaggiare con i gioielli dell’operosa terra di Lavorate (la frazione di Sarno a vocazione agricola), la stessa che ha dato i natali a Lorenzo.

Così tutti insieme, complici anche la presenza costante, ma silenziosa di Enza Cicalese, hanno scandito le tappe di un itinerario indimenticabile dove niente è stato lasciato al caso.

I colori dell’autunno si uniranno alle candide creazioni di Paolo Amato (mozzarella, robiola e yogurt di bufala; caciocavallo di razza bruna alpina; formaggio blu di jersey) grazie alla sapienza artigianale di Lorenzo Montoro che, nelle sue mani, conserva i riti, le preparazioni, le magie del mondo contadino.

Compagni privilegiati saranno i vini dell’Azienda Vinicola Santacosta di Torrecuso del wine-maker Giuseppe Pagano.

Il “Viaggio Al Paese dei formaggi e dei campi” sarà un’escursione enogastronomica unica in un luogo caldo, accogliente, familiare di cui, una volta varcato l’uscio, non si potrà più fare a meno.

Menu

Entrée

Soffice di mozzarella, giallo di inverno e croccante di freselle

(Don Andrea 36 08 Bianco spumantizzato)

Antipasto

Fonduta di bruna alpina, uovo croccante con ortaggi vernaioli e tartufo

(Don Andrea 36 08 Bianco)

Primo

Cappelletto di casa con blu di jersey e manto di zucca lunga

Secondo

Ossocollo di maialino con ovatta di robiola di bufala e pizzaiola fumante

(Don Andrea 36 08 Rosso)

Dessert

Cremoso di cachi freschi, mandarino di Natale e yogurt di bufala

(Don Andrea 36 08 Moscato)

Vini

Azienda Vinicola Santacosta

Don Andrea Bianco spumantizzato

Don Andrea Bianco

Don Andrea Rosso

Don Andrea Moscato

Costo degustazione: 40,00 € a persona (vini inclusi)

Per info

Osteria Al Paese – via Papa Giovanni XXIII, 11 – Nocera Inferiore (Sa)

Tel. 0815176722

www.osterialpaese.it




Il binomio Ingenito-Montoro per una cucina che riporta “Al Paese”

IMG_3893

Timido e taciturno, uno dei pochi ancora capaci di arrossire. Lorenzo Montoro preferisce raccontarsi con i suoi piatti, immagini della sua terra natìa, un assaggio e… ti ritrovi scalzo a correre tra l’erba e le acque limpide della foce del Sarno.

Foto Mariana Silvana Dedu
Foto Mariana Silvana Dedu

Chef Dop dell’osteria “Al Paese”,

11062691_726037627505611_2069955972849338162_n
Foto Mariana Silvana Dedu

sarà anche quest’anno con le sue “letterarie creazioni”, (il pepercubo della scorsa edizione sta ancora facendo parlare di sé) compagno di viaggio e d’avventura di “Ritratti di Territorio”.

13439166_947129532063085_5066896579201803197_n
Foto Mariana SIlvana Dedu

Con lui l’illuminato patron del luogo del cuore, Luca Ingenito. (m.p.)