Libri e Cappuccino: tocca a Massimo Cotto e “Il re della memoria”

di Maria Pepe

Un gioco di ruolo.
Una vecchia leggenda.
Un noir psicologico che con ritmo e leggerezza snocciola l’increscioso tema dell’interruzione.
Dal gioco di ruolo, il fato prende spunto e crea e inscena una tragedia familiare. Un lutto duplice, un duplice assassinio che forse tale non è..
Il re della memoria, esordio noir di Massimo Cotto, edito da Gallucci, porta il lettore in un mood imprevedibile e sensuale.
Ariel e Linda protagonisti principali sin dalla prima adolescenza sono i prescelti di un “game” sottile sul filo del verosimile. È la vigilia di Natale quando il sangue entra nelle loro vite. Agghiacciante, inspiegabile realtà.
Ieri come l’oggi di vent’anni dopo il rifarsi una vita, ognuno per sé, sembra un’ illusione che li stuzzica come il gatto con il topo.
Tornare insieme per la resurrezione di un rimorso e della sua cancellazione.
Occorre un baratto.
Un ricordo brutto per uno bello.
Il re della memoria è sul fiume ad aspettarli, pronto ad effettuare lo scambio.
Li aspetta insieme ad Elido, terzo elemento della partita, tanto evanescente quanto fondamentale per rimettere insieme i pezzi.
Un thriller incalzante, seducente, ma semplice.
Perfetto per le calde giornate d’estate, per vincere l’ostilità alla lettura.
Un testo che ha dentro molte anime, noir, psicologia, rapporto genitori-figli.
“L’ uomo che camminava lungo la riva coltivava i rimorsi come piante da giardino. Aveva un sorriso estraneo al suo volto”z
Il re della memoria
Misterioso e stuzzicante
Con Stile, sì!

Articoli correlati

Libri e cappuccino: la penna di Valerie Perrin rinfranca gli animi dopo una perdita

di Maria Pepe Può il taglio della morte recidere un affetto e le vite ad esso legate? Cambiare l’ acqua ai fiori di Valerie Perrin, edizioni e/o,…

Libri e Cappuccino: questa settimana tocca al libro “Il filo di perle” di Rita Di Costanzo

  di Maria Pepe “Gentilezza chiama gentilezza”. “Amore chiama amore”. Il segreto racchiuso dentro “Il filo di perle”, prima creatura di Rita Di Costanzo, edito da Edizioni…

“La sovrana lettrice” per Libri e cappuccino

di Maria Pepe Le parole, i tempi e il cuore per reggere il peso di un “regno”. “La sovrana lettrice” di Alan Bennet, edito da Adelphi, è…

Libri e Cappuccino: oggi tocca a Stefania Auci e “I Leoni di Sicilia”

di Maria Pepe Una saga familiare. Un romanzo storico. Un nuovo classico. “I Leoni di Sicilia” di Stefania Auci, edito da Edizioni Nord, è vibrante e dirompente….

Libri e Cappuccino: si va verso “La bella estate”

di Maria Pepe Un varco di passaggio tra l’adolescenza e l’ età adulta. Un classico senza tempo, romanzo d’iniziazione e formazione. La storia di una verginità che…

“Il cognome delle donne”: una questione di genere?

di Maria Pepe Una vecchia Singer con il pedale in ferro dal rumore metallico e incantatore al suono del quale le figlie si addormentano. Una valigia di…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *