“Quartieri di vita”: dal 30 novembre al 3 dicembre torna il Festival itinerante internazionale

Nel cuore di ogni quartiere, c’è un ricco tessuto di storie ed esperienze che passano attraverso i corpi che li abitano. Il progetto Quartieri di Vita. Life infected with social Theatre!, il Festival di formazione e teatro sociale organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, dà voce attraverso il teatro alle narrazioni che si intrecciano nei quartieri e celebra le vite delle comunità che in essi risiedono.

Ideato dal direttore artistico Ruggero Cappuccio nel 2016, Quartieri di Vita è dal 2021 ad oggi un progetto internazionale che riunisce artisti europei impegnati nelle arti performative orientate al terzo settore per realizzare, insieme alle associazioni culturali e compagnie teatrali attive in luoghi e contesti di marginalità del territorio campano, diverse residenze creative in contesti sociali vulnerabili.

Per la sua terza edizione internazionale, Quartieri di Vita pratica ancora una volta l’accessibilità della cultura, coinvolgendo tutte le province e alcune aree periferiche della regione Campania in un progetto di cooperazione territoriale ed europeo che favorirà buone pratiche di dialogo, il confronto e lo scambio creativo tra gli ospiti internazionali e professionisti locali nell’ambito del teatro sociale.

Nei mesi di novembre e dicembre 2023, 9 artisti provenienti da 8 paesi europei (Repubblica Ceca, Romania, Portogallo, Lituania, Polonia, Germania, Fiandre e Austria) raggiungeranno le province di Napoli, Avellino, Benevento, Salerno e Caserta per co-dirigere insieme a 9 registi campani workshop di formazione teatrale rivolti a 80 destinatari suddivisi in 8 gruppi di lavoro.

I destinatari avranno così l’occasione di mettere in luce le proprie esperienze e partecipare a tutte le fasi del processo creativo, dalla creazione alla messa in scena, per ampliare l’impatto positivo e tangibile del progetto sulla comunità in termini di crescita, consapevolezza e azione solidale.
Il progetto dell’edizione 2023 è presentato in partenariato con: il Centro Ceco di Roma, l’Ambasciata del Portogallo a Roma e Camões, I.P.– Instituto da Cooperação e da Língua in Italia, l’Istituto Lituano di Cultura di Roma e il Lithuanian Theater Information Center, l’Istituto Polacco di Roma, il Goethe-Institut di Napoli, con il sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania in Italia, la Rappresentanza Generale della Comunità Fiamminga e la Regione delle Fiandre, l’Accademia di Romania a Roma e l’Istituto Culturale Romeno, il Forum Austriaco di Cultura a Roma, con il sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

I risultati dei workshop saranno presentati al pubblico in 8 prove aperte, programmate tra il 30 novembre e il 3 dicembre 2023, nei luoghi della regione Campania che hanno ospitato gli artisti durante la fase delle residenze creative in loco.

L’edizione 2023 è realizzata con il sostegno della Regione Campania in partenariato con i Cluster Eunic – European Union National Institutes for Culture di Roma e Napoli ed è dedicata a Italo Calvino, per celebrare il centenario dalla sua nascita.

Nella giornata del 3 dicembre, sarà inoltre organizzato un incontro pubblico sul tema dell’opera di Calvino, tra gli italiani più tradotti e conosciuti all’estero per opere che esplorano in maniera fantasiosa la natura umana allo scopo di coglierne l’essenza vitale, le dinamiche di interazione tra individui e le reciproche connessioni tra arte, narrazione e comunità. Con questo obiettivo, anche l’incontro ospiterà le voci di tutti gli artisti coinvolti in questa edizione, i quali potranno raccontare le proprie testimonianze di lavoro e partecipare a una riflessione condivisa sull’eredità internazionale di uno dei più grandi letterati del Novecento.

Gli artisti europei che prendono parte all’edizione 2023 sono: Jana Svobodová (Repubblica Ceca), Susana C. Gaspar (Portogallo), Christian Costa (Polonia), Anis Hamdoun (Germania), Sarah Milena Rendel (Austria), Oscar Briou (Belgio), Šarūnė Pečiukonytė e Karolina Žernytė (Lituania) e Ioana Toloargă (Romania).

Le associazioni campane e i partner locali coinvolti sono F.Pl. Femminile Plurale e le Università Federico II e L’Orientale per la provincia di Napoli, la Cooperativa Sociale Immaginaria per Benevento, Teenspark e l’Associazione Ali della Mente per Caserta, Traversarte Aps/Centro di solidarietà La Tenda per Salerno e Vernice Fresca per Avellino.

Articoli correlati

Libri e Cappuccino: Erri De Luca ci porta per “Montedidio”

di Maria Pepe Un luogo, la sua memoria, il suo vissuto. L’ influenza di queste variabili sulle vite e le anime degli abitanti. Monte di Dio, il…

II Concorso Letterario Felicetta Confessore: martedì prossimo la serata di premiazione

L’appuntamento è alle 19 presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata in Pagani. Un momento da non perdere per chi è appassionato di letteratura e per chi…

Napoli e gli Ascarelli: se ne parla martedì prossimo a Napoli

Chi erano e cosa hanno rappresentato per la storia di Napoli gli Ascarelli? Quali meriti sono da attribuirsi a questa famiglia di imprenditori e mecenati di religione…

La principessa di Lampedusa: il nuovo libro di Cappuccio arriva a Caserta il 24 maggio

Dopo gli eventi di questo mese a Firenze e a Milano, torna in Campania “La Principessa di Lampedusa”. Venerdì prossimo, alle 19.30, il romanzo di Ruggero Cappuccio,…

Libri e Cappuccino: protagonista l’ultimo libro di Gabo

di Maria Pepe Piccolo e colorato nella sua copertina d’ acquerello “Ci vediamo in Agosto”, edito da Mondadori, ultimo saluto di Gabriel Garcia Marquez emoziona ancor prima…

Ritratti di lettura: martedì all’Addolorata arriva Massimo Andrei

Quarto appuntamento per la rassegna culturale a cura di Ritratti di territorio. Martedì 21 maggio, alle 20, presso la Chiesa di Maria Ss.ma Addolorata arriverà il poliedrico…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *