Birra in Villa 2018: al cooking show di “Villa Calvanese” contagia la “Joia” della giovane Elisa Somma

Un evento pirotecnico quello del secondo weekend di maggio. Al momento dei cooking show nomi storici della tradizioni gastronomica dell’Agro Nocerino-Sarnese hanno tenuto a battesimo una giovane stella. Parliamo di Elisa Somma, diciottenne di Pimonte, studentessa dell’Ipsseoa “R. Viviani” di Agerola. Questa ragazza che tra poco più di un mese dovrà superare la prova dell’Esame di Stato, dall’8 novembre scorso ha aperto il “Ristopub Joia” nel suo paese natale. La sua voglia per le sfide l’ha portata a cimentarsi, per la prima volta come “solista”, domenica 13 maggio, a Villa Calvanese di Castel San Giorgio. La sua performance ha seguito quella degli “OstiNati” di Bracigliano e ha preceduto quella di “Famiglia Principe 1968”.

Il piatto scelto rappresentava pienamente la freschezza, la gioventù, la voglia di emergere di una giovane donna che non ha timore di caricarsi sulle sue spalle responsabilità più grandi di lei.

CosìElisa Somma ha conquistato i palati con i suoi chicchi di rapa rossa con tessuto di gambero di crapolla, tarallo agerolese e fluido di provola. Abbinamento perfettamente riuscito con la birra scelta dall’expertise Alfonso Del Forno.

Ph Mariano Lauro




DivinCastagne Art: per l’edizione 2017 un concorso che promuove il dialogo tra Arte e Vino

 

Manca meno di un  mese alla settima edizione del Divin Castagne, l’evento che dal 20 al 23 ottobre 2017 delizierà il palato di migliaia di buongustai che giungeranno a Sant’Antonio Abate da tutta la Campania (e, perché no, da altre regioni d’Italia) con piatti tipici le cui ricette sono rielaborate in esclusiva da rinomati chef (stellati e non). Minimo comune denominatore delle pietanze servite e degli intrattenimenti in programma il connubio tra le castagne (e dunque il cibo sano e buono), il vino e l’arte. 


Il legame tra il mondo del food e l’arte ha origini antiche: il cibo e il vino figurano in tantissime forme di rappresentazione artistica, d’altra parte l’uomo ha sempre dovuto provvedere a sfamarsi. E l’arte è una delle grandi protagoniste dell’edizione 2017 della kermesse che quest’anno diventa “Wine, Food and Art Festival”. E’ stato infatti lanciato un Concorso Internazionale d’Arte Contemporanea, il “DivinCastagne Art”, che ha come tema “Il Cibo nell’arte e come arte”, aperto a tutti i giovani artisti (che potranno partecipare singolarmente oppure organizzati in gruppi) impegnati nelle discipline di pittura, scultura, fotografia e arti digitali.

La scadenza del concorso è prevista per il 13 ottobre. In palio un premio in denaro. La cerimonia di premiazione si svolgerà il giorno 22 ottobre nell’ambito del Divin Castagne. Il concorso è nato grazie alla collaborazione dell’organizzazione dell’evento con la famosa pittrice Arianna Greco. La sua “Art’Enoica”  (una particolare tecnica che prevede l’utilizzo del vino per dipingere su tela) farà anche da cornice ad un altro punto cardine della manifestazione: un percorso di degustazione del vino, che trasformerà la location in un’enoteca a cielo aperto dove le numerose aziende vinicole proporranno le proprie eccellenze con l’ausilio di sommelier qualificati.

 

Per info e adesioni al concorso:
FB. 
https://www.facebook.com/divincastagneart/
divincastagneart@libero.it

 

Foto di Gianni Cesariello e Maria Consiglia Izzo




Grande successo per la seconda edizione di “Ritratti di territorio”

ruotoloA Sandro Ruotolo il Premio Speciale “Ritratti di Territorio”. La seconda edizione della manifestazione, ideata da Nunzia Gargano, si è svolta mercoledì scorso a Pagani, presso il ristorante “Il Bagatto” di Franco e Silvio Iaquinandi

“Resistenti ed emergenti”, questo il sottotitolo dell’evento 2015, patrocinato anche questa volta dall’Assostampa Valle del Sarno, il Mug (Movimento Unitario Giornalisti) e l’associazione “Amici di Villa Calvanese”. Dieci i premiati scelti tra coloro che si sono particolarmente distinti nel mondo del teatro, del giornalismo, della moda, della fotografia, dello sport, della musica.
I riconoscimenti sono stati tributati a Laura Cozzolino, Gaetano Del Mauro, Simone Di Meo, Brigitte Esposito, Giovanni Maddaloni, Pinella Passaro, Maurizio Schettino, Nunzia Schiano, Lucia Trotta.
Uno spettacolo nello spettacolo grazie anche all’impegno di tanti amici di “Ritratti di Territorio”. ANtonettaL’attrice Antonetta Capriglione di “Casa Babylon Theatre” si è esibita in “Embargos”, un suggestivo monologo di Enzo Moscato. gentlemenIl duo musicale “The Gentlemen”, ovvero Francesco Casillo e Leonardo Pepe, ha invece regalato al pubblico tanta emozione con il medley dedicato a Pino Daniele.
Nel corso della riuscitissima serata, giornalisti, attori, uomini di sport e di cultura si sono alternati al microfono di Giuseppe Candela – firma di punta del sito excite.it, che ha condotto in maniera impeccabile l’evento – e hanno intrattenuto i presenti tra storie di vita vera, aneddoti, curiosità e comicità. Ma il risultato non sarebbe stato garantito senza il prezioso contributo dell’intero staff: le giornaliste Maria Pepe e Barbara Ruggiero; Elisa Candela e Federica Petrelli. Da non dimenticare i contributi fotografici di Mariana Silvana Dedu e Mariano Lauro e i “ritratti” dei premiati a opera di Gaetano Del Mauro.

????????????????????????????????????

Tra una battuta di Nunzia Schiano – attrice di teatro e cinema – conosciuta dal grande pubblico come la madre di Siani nei film “Benvenuti al Sud” e “Benvenuti al Nord”, la testimonianza dell’impegno sociale dello sport con Gianni Maddaloni e della sua storia che ha ispirato la famosa fiction “L’oro di Scampia” – andata in onda qualche tempo fa su Raiuno -, le creazioni della stilista Pinella Passaro dell’omonimo atelier, i racconti e gli aneddoti di Simone Di Meo, giornalista di inchiesta e firma di “Panorama” e “Il Giornale”, l’attenzione del pubblico presente è stata molto alta. dimeopinella2

????????????????????????????????????

Ad aprire la serata, Sandro Ruotolo, a cui è stato consegnato il Premio Speciale “Ritratti di Territorio”, che ha intrattenuto la platea raccontando alcuni aneddoti della sua carriera e dispensando consigli a tutti i giovani aspiranti cronisti presenti in sala. L’omaggio è un manufatto realizzato dall’artista paganese Sasà Sorrentino, ideatore del logo del progetto.

????????????????????????????????????

«Questa manifestazione – ha spiegato la giornalista Nunzia Gargano, promotrice dell’evento – è nata lo scorso anno in occasione dei miei venti anni di giornalismo. Ma è un evento che cerca di rispondere al quesito che mi pongo da sempre: se tutti vanno via, qui chi resta? E credo che stasera abbiamo sostenuto una forte prova. Il mio intento è proprio premiare chi “resiste” e crede in un territorio, il Sud, spesso troppo bistrattato».
Rispetto alla scorsa edizione, c’è stato un simpatico colpo di scena: “Ritratti di Territorio Food Award 2015”, il riconoscimento pensato per l’enogastronomia. Nunzia Gargano ha personalmente consegnato il premio “Chef Emergente” a: Giulio Coppola, Lorenzo Montoro, Gioacchino (Francesco) Vorraro. Il poliedrico Gianfranco Iervolino, che si è esibito in “Fenesta Vascia”, accompagnato solo dalla sua voce e dalla chitarra, è stato individuato “Pizzaiolo dell’Anno”. Premiati anche i patron: Luciano Bifulco (Braceria Bifulco, Ottaviano); Vincenzo Di Prisco (Palazzo Vialdo, Torre del Greco); Luca Ingenito (Osteria Al Paese, Nocera Inferiore).DSC_0223
Indimenticabile anche la seconda parte della serata: il percorso enogastronomico che ha incantato i palati di tutti.
Il merito è di tutti loro: Pepe Mastro Dolciere – Sant’Egidio del Monte Albino; Famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore; Montoro Erbe – Sarno; Osteria Al Paese – Nocera Inferiore; Osteria La Pignata – Bracigliano; Santacosta – Torrecuso; Pastificio Vicidomini – Castel San Giorgio; Agrado – Olevano Sul Tusciano; Caseificio Aurora – Sant’Egidio del Monte Albino; Bifulco – Ottaviano; Le Parulè – Ercolano; Alma de Lux – San Giorgio a Cremano; Nonna Giulia Ristorante – Lettere; La Galleria – Gragnano; Mennella – Torre del Greco; Pascalò – Vietri Sul Mare; Pasticceria Caffetteria Di Dato – Angri; Pizza Per i Pazzi della Pizza – Sarno.
A ognuno di loro, nei prossimi giorni, il blog www.ritrattiditerritorio.wordpress.com dedicherà un approfondimento.
Adesso, per tutti, l’appuntamento è a settembre 2016.

I resistenti e gli emergenti

Speciale

Sandro Ruotolo
Legalità, coraggio, impegno, perseveranza, denuncia sono le parole d’ordine di un uomo che ha scelto di essere semplicemente giornalista.

Carriera

Nunzia Schiano

Magnifica interprete di ruoli per il teatro, il cinema e la televisione. Nunzia Schiano illumina le scene con un talento recitativo fuori dal comune, coniugando con maestria il dramma con la commedia e onorando con la sua Arte il territorio campano.

Giornalismo

Brigitte Esposito
Per l’originalità, la passione e l’impegno con i quali interpreta il mondo del giornalismo. Insegue le sue “vittime” per sottoporli a briose interviste.

Lucia Trotta
Per l’intraprendenza e la dedizione assoluta al proprio lavoro che la rendono esempio da seguire e guida sapiente delle nuove generazioni giornalistiche.

Giornalismo d’inchiesta

Simone Di Meo
Per aver scelto il giornalismo d’inchiesta, approccio scomodo e critico, pratica fondamentale per scuotere gli animi e l’opinione pubblica.

Musica

Laura Cozzolino
Esecutrice sublime delle più sinfoniche melodie. Nonostante la giovane età, si distingue per una professionalità matura che la rende una pianista virtuosa apprezzata in Italia e in Europa.

Maurizio Schettino
Col progetto social-disco si conferma unico esempio locale di dee-jay impegnato nella sensibilizzazione degli studenti al divertimento sano, anche in discoteca.

Fotografia

Gaetano Del Mauro
Artista della fotografia. Le sue immagini si distinguono per purezza ed eleganza. Ritrattista apprezzato, dalle sue foto traspaiono attenzione al dettaglio, passione per la bellezza, rispetto del soggetto.

Moda

Pinella Passaro
Cura dei particolari, rifinitura dei dettagli, ricerca dei tessuti hanno eletto Pinella Passaro ambasciatrice della moda campana. La sua dedizione al lavoro ha esportato l’atelier di famiglia in Italia e non solo.

Sport

Gianni Maddaloni
Per il coraggio, la determinazione, l’impegno coi quali ha reso il judo strumento di lotta, integrazione e promozione territoriale, senza mai arrendersi e lasciare.

Ritratti di Territorio Award Food
Chef Emergente

Giulio Coppola – La Galleria – Gragnano (Na)
Per l’armonia di ingredienti, sapori e colori dei suoi piatti, testimoni privilegiati della sapienza culinaria dei Monti Lattari.

Lorenzo Montoro
Di poche parole, la sua forza comunicativa sono gli ingredienti e i prodotti della tradizione dell’Agro Nocerino-Sarnese sapientemente lavorati e trasformati per la gioia dei palati.

Gioacchino (Francesco) Vorraro
Datemi un ingrediente e ne farò un capolavoro. Questo è il suo motto. In cucina non si scompone mai. I suoi piatti al palato sono semplici e ricercati.

Pizzaiolo dell’Anno

Gianfranco Iervolino
Artigiano cosciente e intraprendente, si distingue per una particolare predisposizione ad armonizzare gli ingredienti per nuovi indimenticabili gusti con cui farcire le sue pizze.

Patron

Luciano Bifulco – Braceria Bifulco
Guai a definirlo semplicemente imprenditore! Luciano è un ricercatore di qualità, buon gusto e accoglienza. La sua parola d’ordine è: perfezione.

Vincenzo Di Prisco – Palazzo Vialdo – Torre del Greco (Na)
L’espressione: “la classe non è acqua” gli calza a pennello. Vincenzo coccola singolarmente gli ospiti del suo “palazzo” che ne apprezzano le diverse declinazioni delle pietanze.

Luca Ingenito – Osteria Al Paese – Nocera Inferiore (Sa)
Figlio dell’operosa terra di Lavorate, la sua osteria è un luogo del cuore dove si respirano le armonie di una volta.

(Foto di Mariana Silvana Dedu e Mariano Lauro)