Ritorna “Festa a Vico”: l’evento di beneficenza per eccellenza

image_pdfimage_print

Festa a Vico 2018 si svolgerà dal 3 al 5 giugno. Tre giorni nei quali Gennarino Esposito, chef due stelle Michelin della Torre del Saracino di Seiano, ospiterà nel suo paese di origine chef stellati ed emergenti e artigiani del gusto per rendere unica la kermesse benefica, da lui stesso ideata, che celebrerà quest’anno la sua sedicesima edizione. Una veste classica ma rinnovata quella di #FAV2018 che mira non solo a raccogliere fondi per le Onlus che vi parteciperanno (215.000 euro nella precedente edizione) ma anche a fondere due elementi indispensabili per una buona cucina: le mani e l’anima.

LA SVOLTA 

“Manima” sarà proprio il titolo di Festa a Vico 2018 che proporrà una vera e propria svolta rispetto al suo format tradizionale. Da lunedì 4 giugno, infatti, sarà inaugurata al Moon Valley “soSTAnza”, la “piazza degli artigiani” che metterà a confronto chef stellati ed artigiani del gusto per passare in un attimo…”Dalla Terra alle Stelle”. Gennarino Esposito ha pensato ad un itinerario imperdibile per gli esperti del settore che potranno compiere un viaggio attraverso i sapori più reconditi ma più autentici della cucina italiana, riscoprendo materie prime dimenticate o semplicemente sottovalutate. In pratica, “soSTANza” sarà un distillato della produzione di qualità italiana. Di conseguenza, “Dalla Terra alle Stelle” sarà il filo conduttore del talk che, riprendendo il tema delle “Mani Amiche” dell’edizione 2005, vedrà alcuni prestigiosi chef stellati raccontare – sia lunedì che martedì – quali sono i prodotti che rendono poi speciali le creazioni dei maestri della cucina. 

A sx: Gennaro Esposito, “Ritratti di Territorio Food Award 2017 – Alla Carriera”

GLI APPUNTAMENTI 

Festa a Vico 2018 confermerà comunque i suoi appuntamenti tradizionali a partire dalla “Repubblica del Cibo” di domenica 3 giugno che animerà il centro storico di Vico Equense con gli chef intenti a cucinare nelle strade, nelle botteghe e nei giardini del paese “apripista” della costiera sorrentina. Appuntamento aperto a tutti e incasso ovviamente raccolto dalle Onlus selezionate per questa edizione che, come detto, sarà ricca di novità. La prima è la cena che vedrà salire in cattedra circa 50 chef stellati per “I Professori all’Univesità”, l’evento ideato per festeggiare i 50 anni dell’Università della Pizza. 

Lunedì 4 giugno ci sarà invece la consueta “Cena delle Stelle” nella location di “Gigino – l’Università della Pizza”, ormai appuntamento glamour imprescindibile con gli chef pluristellati, ospiti di Gennarino, che renderanno indimenticabile la serata di circa 200 ospiti grazie alle loro prodezze culinarie. Martedì 5 giugno, infine, si cambia ancora perché – come tradizione – a pranzo alla Torre del Saracino andrà in scena “Una promessa è una promessa” con all’opera alcuni giovani chef tra i più promettenti del panorama nazionale mentre per cena è in programma il “Cammino di Seiano”. Nella location mozzafiato della Marina di Aequa ci si potrà fermare in numerose “stazioni” dove poter trovare ristoro assaggiando lo street food di alcuni degli chef più importanti del nostro panorama. A chiudere, presso il complesso Le Axidie, solita tempesta di dolcezza con la “Dessert Storm”, a cura di oltre 20 chef pasticcieri tra i migliori della ristorazione italiana. 

-3 e sarà Birra in Villa 2018

image_pdfimage_print

Conto alla rovescia partito. Fervono i preparativi per l’edizione 2018 di “Birra in Villa”. Da sabato a lunedì prossimo, tre giorni dedicati alla cultura brassicola campana nella suggestiva Villa Calvanese di Castel San Giorgio.

Fiore all’occhiello dell’Associazione “Amici di Villa Calvanese”, presieduta da Carmine Capuano, l’evento è organizzato in collaborazione con Slow Food Campania e con la locale condotta.

Carmine Capuano

Alfonso Del Forno, coordinatore per la Campania della Guida Birre d’Italia, e Marco Contursi, fiduciario della condotta dell’Agro Nocerino-Sarnese, sono ugualmente impegnati per la riuscita della manifestazione.

Non manca l’appoggio di “Ritratti di Territorio”, il progetto culturale della giornalista Nunzia Gargano, media partner. Come più volte evidenziato, il blog www.ritrattiditerritorio.it, collegato all’omonimo premio, appoggia solo manifestazioni dove è possibile esprimere il proprio contributo senza condizionamenti. E una di queste è senz’altro “Birra in Villa”.

Nunzia Gargano

Dal 12 al 14 maggio quindi non prendete impegni. Si parte sabato alle 17 con l’inaugurazione e si continuerà per un lungo imperdibile weekend.

L’ingresso è gratuito. Kit degustazioni comprensivo di tracolla, bicchiere e 5 degustazioni birra 10 €; laboratori 4 €; cooking show 6 €.

Per la partecipazione ai laboratori e ai cooking show, bisogna prenotarsi per tempo all’indirizzo info@birracampania.it.

Da domani riparte il contest di Mysocialrecipe per gli “Oscar della Pizza”

image_pdfimage_print

 

Forte del successo delle scorse edizioni che hanno sostenuto la candidatura Unesco dell’arte dei pizzaioli napoletani, MySocialRecipe conferma il format del contest internazionale degli anni precedenti e raddoppia, con una serata speciale nel corso della quale verranno attribuiti gli Oscar della Pizza. La novità è stata presentata questa mattina nella Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Napoli nel corso di una conferenza stampa.

Il nostro obiettivo – ha spiegato Francesca Marino, biologa nutrizionista e ideatrice della manifestazione e del sito Mysocialrecipe – è puntare i riflettori sul mondo della pizza, in continua e costante crescita qualitativa e quantitativa in Italia e all’estero. Lo facciamo in modo nuovo e originale, un mix di impegno nel web e gara davanti a una giuria. A dimostrazione della maturità di una categoria che ha fatto passi da gigante nell’ultimo decennio”.

Francesca Marino

Quindi spazio al contest già affermatosi negli anni precedenti, con la partecipazione di oltre 400 pizzaioli e 600 pizze registrate provenienti da tutto il mondo, con una giuria tutta nuova presieduta da Anna Scafuri (giornalista Rai), e composta da Giorgio Calabrese (medico nutrizionista),Antonio Puzzi (antropologo dell’alimentazione), Patrizio Roversi (conduttore televisivo “Linea Verde”), Antonio Scuteri (responsabile di Repubblica Sapori), e Scott Wiener (foodblogger americano), coordinata da Tommaso Esposito (Medico e giornalista enogastronomico) che valuterà le proposte in gara: #pizzAward2018 al vincitore del contest e le categorie Pizzaiolo ChefMigliore Pizza dall’esteroMigliore Pizza Healthy, e Migliore Pizza Senza Glutine. 

Il contest inizierà lunedì 7 maggio e terminerà martedì 7 agosto 2018, periodo in cui i maestri pizzaioli, da tutto il mondo, avranno la possibilità di registrare gratuitamente le loro creazioni originali sul sito MySocialRecipe.com. Tra i 10 finalisti selezionati in gara live sarà nominato il vincitore del #PizzAward 2018 che sarà annunciato durante il gran galà della “Notte degli Oscar della Pizza”, previsto per il prossimo 16 ottobre, a Napoli.

A una speciale commissione, denominata Pizza Academy, costituita da un panel di esperti del settore, spetterà invece il compito di attribuire gli Oscar delle altre categorie con un sistema di punteggi che determinerà delle nomination e quindi un vincitore. Nella serata di premiazione, saranno assegnati, quindi, anche gli Oscar al Pizzaiolo Protagonista dell’Anno, alla Carriera, alla Pizza dagli Effetti Speciali, alla Migliore Pizza in Teglia e alla Pizza in Rosa, riconoscimenti anche per i non partecipanti alla competizione.

Importanti, infine, anche le menzioni speciali attribuite dai main sponsor del contest: Molino CaputoFerrarelleLa Fiammante, Olitalia, Parmigiano Reggiano, Scugnizzo Napoletano, Sorì. Tra gli sponsor anche la Birra Baladin.

L’iniziativa ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Comune di Napoli, Camera di Commercio di Napoli, Associazione Italiana Sommelier, Associazione Pizzaiuoli Napoletani, Associazione Verace Pizza Napoletana e EcoMuseo della dieta Mediterranea di Pioppi.

Sponsor tecnici sono Event Planet food, Gi-Metal e partner API (Associazione Pizzerie Italiane), la Scuola Dolce&Salato, Scuola di Pizzaiolo, Sicilian School of pizza, Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie”.

 

Attesa teminata: a Castel San Giorgio dopo due anni ritorna “Birra in Villa”, l’evento dell’Associazione Amici di Villa Calvanese

image_pdfimage_print

Udite! Udite!

“Le donne del Presidente”

Ritorna nella splendida cornice del Vanvitelliano Palazzo “Calvanese” di Castel San Giorgio (SA), il 12, 13 e 14 maggio 2018, la sesta edizione di “BIRRA IN VILLA”, manifestazione interamente dedicata al mondo della BIRRA ARTIGIANALE prodotta in Campania, organizzata dall’Associazione “Amici di Villa Calvanese” e coordinata da Alfonso Del Forno, in collaborazione con Slow Food Campania e la condotta Slow Food dell’Agro Nocerino Sarnese. E noi… siamo media partner.

Carmine Capuano

L’obiettivo di “Birra in Villa” è di promuovere e diffondere la cultura brassicola in Campania, di spiegarla in modo semplice, ma non semplicistico, dando spazio alla creatività e alla bravura dei birrifici campani, rendendo in tal modo il mondo della birra artigianale fruibile a tutti, a vari livelli.

La Campania, nonostante abbia un’antica tradizione legata alla produzione di ottimi vini, da anni è presente nel panorama brassicolo italiano con grande forza e competenza, grazie alla bravura dei birrai nostrani.

L’impegno e le competenze sono stati premiati con numerosi riconoscimenti assegnati ai birrifici campani nella GUIDA ALLE BIRRE D’ITALIA 2019 DI SLOW FOOD, pubblicazione che sarà presentata ufficialmente in Campania proprio durante la manifestazione “Birra in Villa”. Alla presentazione della guida, dopo i saluti del Sindaco di Castel San Giorgio avv. Paola Lanzara e del Presidente dell’Associazione Amici di Villa Calvanese ing. Carmine Capuano, interverranno Giuseppe OreficePresidente Slow Food Campania e BasilicataAlfonso Del Forno

coordinatore per la Campania della guida.

Osteria La Pignata, Bracigliano

Tale presentazione è un riconoscimento del ruolo di primaria importanza che “Birra in villa” ha assunto nel mondo brassicolo Campano.

Non mancheranno momenti dedicati agli approfondimenti, infatti, ci saranno laboratori di degustazione delle birre in cui verranno approfonditi aspetti tecnici della degustazione, laboratori di abbinamento cibo-birra nonché laboratori di abbinamento sigari-birra in collaborazione con gli “Amici del Toscano”.

Da sempre associata alla ristorazione rapida, con la pizza e con i panini come abbinamenti ideali, la birra sta sempre più evolvendosi verso prodotti di qualità da abbinare all’alta cucina, grazie soprattutto al crescere della presenza di produzioni artigianali.

A tal proposito, durante la manifestazione sarà possibile abbinare le diverse e numerose birre artigianali con le montanare di Angioletto Tramontano della pizzeria O’Sarracin di Nocera Inferiore (SA), con i panini ripieni di braciola di carne di capra a cura di Gerardo e Mafalda Figliolia dell’Osteria La Pignata di Bracigliano (SA), con i panini di BifBurger di San Giuseppe Vesuviano (NA), con il provolone impiccato di Umberto Novaco e con le polpette del ristorante Via Porto di Salerno ed inoltre è previsto uno spazio food senza glutine a cura di Il mondo senza glutine di Nocera Inferiore (SA).

Domenica 13 maggio, non poteva mancare l’alta cucina abbinata alla birra, ci saranno, infatti, due cooking show, in cui verranno preparati e degustati piatti in abbinamento alle birre premiate dalla guida slow food 2019.

Gli chef presenti ai cooking show saranno Lorenzo Principe di Famiglia Principe 1968” di Nocera Superiore (SA), Gerardo e Mafalda Figliolia dell’Osteria La Pignata di Bracigliano (SA), Antonio Pepe e Giovanna Farina di “O’Ca Bistrot” di Nocera Inferiore (SA) e la giovanissima Elisa Somma del Ristopub Joia di Pimonte (NA) mentre il coordinatore di “Birra in Villa”, Alfonso del Forno, proporrà gli abbinamenti con le birre. A condurre i cooking show ci sarà la giornalista Nunzia Gargano ed il fiduciario della condotta Slow Food dell’Agro Nocerino Sarnese Marco Contursi.

Lunedì 14 maggio le attività saranno incentrate sul progetto di rete che vedrà impegnati i Cuochi e Pizzaioli dell’Alleanza di Slow Food e i birrifici campani. La zona food sarà interamente a cura degli chef dell’alleanza Slow Food, dove gli stessi potranno far degustare i loro piatti durante la manifestazione.

Media Partner della manifestazione è “Ritratti di Territorio”, ufficio stampa e comunicazione a cura della giornalista Nunzia Gargano.

I birrifici presenti saranno tutti Campani e selezionati tra quelli pubblicati sulla guida alle birre d’Italia slow food 2019. In particolare parteciperanno i seguenti birrifici:

Karma, Lievito e Nuvole, Stimalti, Fiej, Ventitrè, Okorei, Sorrento, Borrillo, Serrocroce, Maneba, Aeffe, Bella ‘Mbriana, Dell’Aspide, Saint John’s.

Un ringraziamento speciale va a tutta l’Amministrazione Comunale di Castel San Giorgio guidata dal Sindaco avv. Paola Lanzara, che sin dal primo giorno in cui si è insediata si è adoperata affinché si ricreassero le condizioni per riaprire il Palazzo alla cittadinanza tutta.

Un ringraziamento va anche agli assessori Antonia Alfano, Giustina Galluzzo e Giovanni De Caro per la vicinanza, fiducia e disponibilità che hanno mostrato nei confronti dell’Associazione Amici di Villa Calvanese e per aver fortemente voluto che Birra in Villa tornasse a Palazzo Calvanese.

Per info: villacalvanese@gmail.com

Programma Birra in Villa 2018

Sabato 12 maggio 2018

ore 17.00 (atrio piano terra)

Inaugurazione della manifestazione

interverranno:

avv. Paola Lanzara _Sindaco del Comune di Castel San Giorgio

ing. Carmine Capuano_Presidente Associazione Amici di Villa Calvanese

a seguire presentazione della Guida alle Birre d’Italia 2019 di Slow Food

interverranno:

Alfonso Del Forno_ coordinatore per la Campania della Guida e di Birra in Villa

Giuseppe OreficePresidente Slow Food Campania e Basilicata

ore 18.30

Apertura delle spine dei birrifici presenti alla manifestazione

ore 19.00

Apertura della zona food

ore 19.00 (sala Associazione)

Laboratorio di degustazione della birra artigianale

a cura di Alfonso del Forno

ore 20.30 (sala Associazione)

Laboratorio di degustazione della birra artigianale

a cura di Alfonso Del Forno

ore 21.00 (zona esterna frantoio)

Pronti a scatenarci con il Beat Partenopeo degli SKIZZEKEA

ore 22.00 (sala Associazione)

Laboratorio di abbinamento birra artigianale – sigari

a cura di Alfonso del Forno e gli “Amici del Toscano”

Domenica 13 maggio 2018

ore 17.00

Apertura delle spine dei birrifici presenti alla manifestazione

ore 18.00

Apertura della zona food

ore 19.00 (sala Associazione)

Cooking Show con abbinamento di 2 piatti alle birre premiate dalla guida Slow Food 2019

Chef presenti:

Lorenzo Principe di Famiglia Principe 1968” di Nocera Superiore (SA)

Antonio Pepe e Giovanna Farina di “O’Ca Bistrot” di Nocera Inferiore (SA)

presenta il fiduciario della condotta Slow Food dell’Agro Nocerino Sarnese Marco Contursi

abbinamenti con birra a cura di Alfonso del Forno

ore 20.30 (sala Associazione)

Cooking Show con abbinamento di 2 piatti alle birre premiate dalla guida Slow Food 2019

Chef presenti:

Gerardo e Mafalda Figliolia dell’Osteria La Pignata di Bracigliano (SA)

Elisa Somma del Ristopub Joia di Pimonte (NA)

presenta la giornalista Nunzia Gargano

abbinamenti con birra a cura di Alfonso del Forno

ore 21.00 (zona esterna frantoio)

Birra in villa diventa rock… Csic – tribute band di Vasco Rossi.

ore 22.00 (sala Associazione)

Laboratorio di abbinamento birra artigianale – sigari

a cura di Alfonso del Forno e gli “Amici del Toscano”

Lunedì 14 maggio 2018

ore 17.00 (atrio piano terra)

La rete tra Cuochi e Pizzaioli dell’Alleanza di Slow Food e i birrifici campani.

Presentazione del progetto di rete che vede impegnati i Cuochi e Pizzaioli dell’Alleanza di Slow Food e i birrifici campani. I protagonisti dei locali campani di eccellenza, inseriti da Slow Food nel progetto “Cuochi dell’Alleanza”, racconteranno la loro esperienza enogastronomica legata all’uso della birra campana come ingrediente e come abbinamento ai piatti, confrontandosi con i birrai campani presenti.

ore 19.00

Apertura delle spine dei birrifici presenti alla manifestazione e della zona Food a cura dei cuochi dell’Alleanza Slow Food.

ore 24.00

Chiusura della manifestazione.

Ph Mariana Silvana Dedu

Marina di Camerota: sulle vie del vino naturale alla Taverna del Mozzo con Fabio Riccio

image_pdfimage_print

Complice anche l’ultima edizione del Vinitaly che ha dato finalmente spazio e visibilità a questo settore dell’enologia, a torto considerato “alternativo”, l’interesse per il cosiddetto “vino naturale” (da non confondere con i vini solo biodinamici e Biologici) e per chi lo produce è in netta crescita, così come il numero delle cantine che in Italia e all’estero hanno scelto di votarsi alla produzione di questa tipologia di vini.

Così, Venerdì 4 e giovedì 17 maggio 2018, Fabio Riccio della Guida dei Ristoranti dell’Espresso, nonché fondatore e firma del blog di gastronomia www.gastrodelirio.it condurrà Un altro vino è possibile.… anzi, c’è già.

Una serie di due incontri divulgativi con cena e assaggi di “vini naturali” del territorio Cilentano e non, che avranno luogo alla Taverna del Mozzo di Marina di Camerota, dove i “vini naturali” incontreranno la cucina dello Chef Davide Mea.

Due incontri, informali, non cattedratici, quasi delle chiacchierate tra amici, di sicuro un qualcosa di diverso dalle classiche degustazioni, dove anche con l’ausilio di mezzi multimediali, Fabio Riccio illustrerà cosa è il mondo del “vino naturale” per condurre i partecipanti a scoprire il qual’è il giusto approccio che questa tipologia di vini richiede per essere apprezzata a pieno.

Obbligatoria la prenotazione

Ore 20,30

La Taverna del Mozzo,

Lungomare Trieste, 95

84059 – Marina di Camerota – SA

www.latavernadelmozzo.it

0974 932774

349 7888445