“Scenari pagani 22”: successo confermato anche per il secondo appuntamento della rassegna di “Casa Babylon”

Nata sotto una buona stella l’edizione 22 di “Scenari pagani”. L’apprezzamento di pubblico cresce di spettacolo in spettacolo. La rassegna di “Casa Babylon Teatro”, curata dal direttore artistico Nicolantonio Napoli, è ormai un appuntamento fisso della stagione teatrale paganese.

La sera di sabato 2 febbraio scorso, a esibirsi nell’Auditorium del Centro Sociale di Pagani, è stata la compagnia “Sotterraneo teatro” in “Overload”.

Grande soddisfazione degli spettatori alcuni dei quali sono stati parte attiva della performance. Come al solito, la visione è stata preceduta da “Tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo a cura di “Ritratti di Territorio”, il blog della giornalista Nunzia Gargano.

Protagonisti l’azienda vinicola “Santacosta” di Giuseppe Pagano e i taralli del “Biscottificio Pisacane” di Agerola.

Intanto già si pensa alla prossima data. Sabato 26 febbraio, alle 21, toccherà ad “Amor Vacui” in “Intimità”.

Segnate in agenda!




Scenari pagani 22: buona la prima

Partenza pirotecnica per il primo appuntamento di “Scenari pagani 22”. A inaugurare il cartellone 2019 la Compagnia “Enzo Mirone” con “Operina Elettro-Meccanica”. Come ormai da tre anni, gli spettatori hanno partecipato anche “Tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo di “Casa Babylon Teatro” e “Ritratti di Territorio”.

Protagonisti per l’occasione i tarallucci del “Biscottificio Pisacane” di Agerola e i vini dell’Azienda Santacosta del wine-maker Giuseppe Pagano.

Grande apprezzamento di pubblico per i due momenti. Nicolantonio Napoli e Nunzia Gargano, nonostante il tempo che passa e le difficoltà quotidiane per chi sceglie di essere fuori dal coro qualunquista, continuano a presidiare – ognuno a proprio modo – il territorio nel quale hanno scelto di “militare”.

Intanto ci si prepara già al secondo appuntamento. Venerdì 2 febbraio sarà la volta di “Sotterraneo” con “Overload” sempre al centro sociale.




Start: stasera al centro sociale “Scenari pagani” n. 22 e “Tarallucci e Vino” n. 4

Ecco. Ci risiamo. Parte la ventiduesima edizione di “Scenari pagani” e, contestualmente, la quarta edizione di “Tarallucci e Vino”. L’AperiSpettacolo, a cura di “Ritratti di Territorio”, è nato dalla sinergia tra Nicolantonio Napoli, direttore artistico di “Casa Babylon Teatro”, e Nunzia Gargano, la giornalista ideatrice del sito e del premio omonimo.

Da sx: Nicolantonio Napoli e Nunzia Gargano

Prima dell’ingresso nell’auditorium del Centro Sociale di Pagani, gli spettatori saranno allietati dai taralli del “Biscottificio Pisacane” di Agerola e dai vini dell’Azienda Vinicola Santacosta del winemaker Giuseppe Pagano, partner di “Tarallucci e vino” dalla prima edizione.

Questa sera, a inaugurare la rassegna “Sguardi oltre i confini” tocca alla “Compagnia Enzo Mirone” con “Officina Elettro-Meccanica”.

Appuntamento quindi intorno alle 20 per il taglio del nastro del 22° cartellone di “Scenari pagani”.




Pagani: venerdì al centro sociale “Ti aspetto fuori”, l’epilogo di “Scenari pagani”

“Ti Aspetto Fuori”: appuntamento venerdì 13 aprile, alle 20.00, presso l’Auditorium del Centro Sociale di Pagani. La minaccia tipica del bullo è diventata uno spettacolo teatrale. L’idea è di Nicolantonio Napoli, direttore artistico di “Scenari pagani”. La ventunesima edizione si è infatti conclusa il 24 marzo.

Ph Andrea Cordone

Dal 2017 però è stata introdotta una novità: l’epilogo, ovvero un appuntamento ulteriore per attendere il prossimo cartellone. Questa volta la scelta è caduta sul lavoro che ha già riscosso molto successo per “Primavera Teatro”, la rassegna mattutina dedicata agli istituti scolastici della zona. È un modo anche per dare soddisfazione ai giovani aspiranti attori che si impegnano tanto per non deludere le aspettative del pubblico: (Filomena Cercola, Chiara Cordone, Maria Camilla Falcone, Martina Fraia, Margherita Lombardi, Ylenia Maione, Rosario Pecoraro, Christian Rosa, Vincenzo Sabatino, Alfonsina Squillante).

Ph Andrea Cordone

L’epilogo è quindi diventato tradizione come “Tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo in collaborazione con “Ritratti di Territorio”, il progetto culturale della giornalista Nunzia Gargano. Per l’occasione si “esibiranno”: le bollicine Don Andrea Brut 1936 del wine maker Giuseppe Pagano e i taralli del “Biscottificio Pisacane” di Agerola.

Per la prima volta “debutta” lo staff del Ristorante “La Canonica” in Lettere.

Aniello Somma nel ritratto di Gaetano Del Mauro

Un trio di tutto rispetto composto da Aniello Somma, consultant chef, apprezzato docente dell’IPSSEOA “R. Viviani” di Agerola; Enzo Giordano, sous chef residente; Ciro Curcio, assistant sous chef.

Che ne dici? “Ti aspetto fuori”!

Per info e prenotazioni

tel. 0815152931 – mob. 3289074079

info@casababylon.itwww.casababylon.it

www.facebook.com/casababylonteatro

Costo biglietto: 5 €




Pagani: stasera penultimo appuntamento con “Scenari pagani” al Centro Sociale

Lo spettacolo vincitore del premio In-Box 2017, “Sempre domenica” del Collettivo Controcanto arriva a “Scenari pagani” sabato 10 marzo alle 21 al Teatro del Centro Sociale di Pagani (SA) in via De’ Gasperi. Come da consolidata tradizione, la rassegna organizzata da Casa Babylon Teatro con la direzione artistica di Nicolantonio Napoli propone una delle compagnie giovani più interessanti del panorama nazionale. Una scelta che negli anni ha portato a presentare attori e registi che in seguito si sono affermati sulla strada dell’arte: da Emma Dante a Ficarra e Picone, passando per Maniaci D’Amore, Licia Lanera, Enzo Moscato e molti altri.

Lo spettacolo in programma il 10 marzo, il penultimo della ventunesima edizione di Scenari pagani, è un lavoro sul lavoro. “Sempre domenica” è un lavoro sul tempo, l’energia e i sogni che il lavoro quotidianamente mangia, consuma, sottrae. Sul palco sei attori su sei sedie di fronte al pubblico: Federico Cianciaruso, Fabio De Stefano, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero tessono insieme una trama di storie di esistenze incrociate. Storie che sono quelle dei millennials, narrate nel tempo e nello spazio teatrale con una lucida e sconcertante adesione alla realtà, ma sempre stemperate dallo scudiscio dell’ironia romanesca. Si pensa e si sorride, mentre questi sei ventenni dal palco ci parlano di loro, di trentenni e quarantenni, guidati dall’abile regia di Clara Sancricca.

Sempre domenica” apre su quanto ci sentiamo ripetere almeno da un paio di generazioni. Trova un lavoro al più presto, metti su una famiglia, mordi il freno finché puoi. Per una volta il centro della questione non è tanto l’occupazione che non c’è, qui la riflessione riguarda proprio il lavoro quando diventa un cappio, un tempo che occupa gran parte della vita con attività che non amiamo, che non permettono una libera espressione oppure che non sono il naturale proseguimento degli studi e delle passioni. Lo scontro, da sempre esistito, tra la realtà e le aspettative di vita, tra la ricerca della felicità e la necessità di accontentarsi: in mezzo c’è l’uomo in tutta la propria comica tragicità.

Sono vite affaccendate nei quotidiani affanni, vite che si arrovellano e intanto si consumano, che a tratti si ribellano eppure poi si arrendono, perché in questo carosello di moti e fallimenti è il lavoro, a suonare la melodia più forte: quella dell’ineluttabile, dell’inevitabile, del così è sempre stato e del sempre così sarà.

“Sempre domenica” è un coro di anime, una sinfonia di destini. Ma è, soprattutto, un canto d’amore per gli esseri umani, per il nostro starcene qui frementi eppure inchiodati, nell’immobilità di una condizione che una tenace ideologia ci fa credere da secoli non tanto la migliore, quanto l’unica – davvero? – possibile.

Alle 20.30 ci sarà il consueto appuntamento con l’AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino” organizzato in collaborazione con Ritratti di Territorio guidato dalla giornalista Nunzia Gargano. Un viaggio attraverso i sapori e le eccellenze dell’enogastronomia campana, con i tarallucci del Biscottificio Pisacane di Agerola, il vino del main partner Santacosta di Torrecuso e le specialità di Pizza Pazza per i Pazzi della Pizza della pizzaiuola Angela De Vivo di San Valentino Torio.

Dopo lo spettacolo “Sempre domenica”, “Scenari pagani” darà appuntamento per il finale di sabato 24 marzo con il pluripremiato “Due passi sono” della Compagnia Carullo/Minasi.

Segreteria e botteghino Casa Babylon telefono/Fax 081 5152931

lunedì – giovedì – venerdì – sabato, ore 16.00/20.00

Abbonamento: 75€ – Abbonamento studenti: 55€

Ticket: 13€ – Ticket studenti: 10€