Un maxi gilet per il cannolo di riso venere di Giulio Coppola

image_pdfimage_print

di Maria Pepe

14218020_10208918041459792_1629625635_n
Maria Pepe

Uno dei capospalla più modaioli e in voga del momento: il maxi gilet. Di pelliccia, tessuto, con bottoni o senza, dal taglio regolare o asimmetrico, indossato sopra cappotti o per arricchire l’outfit su camicie, maglioni e via discorrendo. Bello, comodo e versatile, questo particolare cap–coat detta moda e tendenze. A ciascuno il suo!

Nuovo documento 5

Ricette e bozzetti” presenta un gilet di panno vinaccio, senza bottoni, dal taglio smoking, lungo un palmo sotto il sedere. Giulio Coppola, “La Galleria” (Gragnano), autore del “capo” non lascia nulla al caso e riveste l’interno di morbida e vellutata lana merinos.

La rigidità esterna del panno esalta e si esalta col caldo cuore interno. L’equilibrio è perfetto, Giulio ne conosce la formula. Così dalla sua ricetta, “cannolo di riso venere con mousse di baccalà”.

14310416_998978900211481_467408800081564751_o

Fragrante e decisa la cialda, vellutata e delicata la farcia, ennesimo gioco alchemico del “solito”, per fortuna, Giulio, nasce un bozzetto da utilizzare per ogni occasione d’uso.

Foto Mariana Silvana Dedu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *