Alfonsina Longobardi tra “Nonna Giulia” e “Cenando Sotto Un Cielo Diverso”

image_pdfimage_print

Ho aspettato settimane prima di scrivere quest’articolo perché i ricordi che si iscrivono nel cuore sono i più difficili da estrinsecare. Ed è quello che mi è successo dopo aver partecipato a “Cenando sotto un cielo diverso”, l’evento giunto alla seconda edizione organizzato da Alfonsina Longobardi del ristorante “Nonna Giulia” di Lettere per promuovere anche l’associazione da lei presieduta “Tra cielo e mare”. Chef, ristoratori, produttori si sono dati appuntamento nella suggestiva cornice dello storico castello in nome della solidarietà.

Da sx: Rosaria Esposito e Alfonsina Longobardi
Da sx: Rosaria Esposito e Alfonsina Longobardi
Se tutto questo è stato possibile, il merito è di questa donna, che vive a S. Antonio Abate, ma è di origini paganesi e si ristora a Lettere, dove c’è quel localino che ha voluto con tutta se stessa di cui è chef il fratello Gennaro e il maître, ma non solo, è il suo compagno, Giuseppe Di Ruocco, agronomo che gira tutto il giorno dividendosi tra il lavoro ufficiale e l’orto alle spalle di “Nonna Giulia”.

IMG_2006

Un anno fa Alfonsina ha pensato a questa serata che si è trasformata già in un appuntamento fisso per gli appassionati dell’enogastronomia. D’altronde, lei è un vulcano perennemente attivo, solare, comunicativa, estroversa con la grande capacità di decifrare subito la persona che si trova di fronte. Sarà perché ha una laurea in psicologia oltre a essere anche fisioterapista?!

IMG_1997

E così siccome appena la incontri ti conquista, ecco che in pochi attimi riesce a organizzare momenti per i quali una persona normale impiegherebbe mesi.

Da queste alchimie sensoriali è nato quindi “Cenando Sotto Un Cielo Diverso”, quasi una serata di gala in nome delle eccellenze gustose e tipiche, tra amici vecchi e nuovi.

IMG_1985

Passeggiando e girovando tra gli stand è stato come sentirsi a casa. C’erano Luca Ingenito e Lorenzo Montoro di “Osteria Al Paese”, Lorenzo Principe dell’omonima famiglia di ristoratori di Nocera Superiore; Giulio Coppola, uno degli chef più interessanti del panorama regionale, chef patron del ristorante “La Galleria” di Gragnano; il poliedrico Pasquale Vitale di “Pascalò” di Vietri Sul Mare sempre pronto e al servizio del territorio; il mastro casaro Paolo Amato del “Caseificio Aurora di S. Egidio Del Monte Albino”; Marco Contursi, fiduciario della condotta Slow-Food dell’Agro Nocerino-Sarnese in rappresentanza di ‘O Ca’ Bistrot di Nocera Inferiore.

IMG_1978

E ancora: Gianluca D’Agostino (Veritas – Napoli), Alberto Fortunato (La Bettola del gusto – Pompei), Faby Scarica (Villa Chiara – Vico Equense), Maurizio De Riggi (Markus- San Paolo Belsito), Luca Esposito (La locanda del testardo – Bacoli), Michele Grande (Bifora – Bacoli), Giovanni Sorrentino (Il vinile – Salerno) Vincenzo Vaccaro (Cucina 82 – Gragnano), Yuri Buono (Vincanto – Pompei), Massimiliano Malafronte (Panificio Malafronte – Gragnano), Gennaro Coppeta (Resilienza – Salerno), Domenico Iavarone (Max, Capo la Gala – Vico Equense) Erminia e Pietro Cuomo (Hostaria di Bacco – Furore), Luigi Sorrentino (Torre Ferano – Vico Equense), Amelia Mazzola ( La Torre – Massa Lubrense) Mario Fusco (Piazzetta Milù – Castellammare di Stabia) Franco Manzo (Melius – Show Food – Pompei), Carlo Spina (Mangiafoglia – Napoli), Filippo Cascone (Panificio Cascone – Lettere), Teresa Ruocco (Cake Designer) e Corrado Parisi, Luca Castellano (Pizzeria – Pizzazà – Napoli), Domenico Stile (Palazzo Marziale – Sorrento) Vincenzo Piacente (Parco dei Principi – Sorrento) Mauro Reda e Antonio Petrillo (La corte dei Filangieri Candida – Avellino) Antonio Esposito, Roberto Verducci, Giuliano De Marco e Luca Esposito (Cuochi senza Barriere), Florin Staicu (Antica Osteria Nonna Rosa Vico Equense).

IMG_1971

La manifestazione ha goduto degli sponsor tecnici: Ferrarelle, Pastificio dei Campi, Pastifico Di Nola, Pastificio Gentile, Pastificio Faella, Pastificio D’Aragaona, Pastificio Carmiano, Danicoop, Evenlux Group, Sigaro Toscano, Eden Banqueting, Montoro Erbe, Il costruttore dei sogni.

Presenti inoltre le cantine: Iovine, Poggio delle Baccanti, Cantine Dell’Angelo, Sorrentino, Longobardi, Tenuta Scuotto, Casa Setaro, I Pentri, Le Ormere, Tenute del Fasanella; e i birrifici artigianali: Bell’Ambriana, Okorei, Boccale dei Re’.

Una vera e propria festa dedicata alla nostra regione.

Come se non bastasse, dopo la partecipazione a un evento genuino e importante, i cinque sensi sabato scorso mi hanno condotto in via Creta 3, sempre perché Alfonsina, cortesemente, in più occasioni, mi aveva chiesto quando sarei passata a trovarla a “casa sua”.

Siccome ogni promessa è debito, sabato sera ho sfidato anche i festeggiamenti in onore di S. Anna, patrona di Lettere e ho raggiunto nonna Giulia.

Che dire! Mi sono sentita a casa mia! E ho scoperto l’ennesimo luogo dove è rispettata l’essenza degli ingredienti.

Se a un certo punto non avessi detto basta, Alfonsina e Giuseppe avrebbero portato fuori una quantità innumerevole di pietanze.

La degustazione è incominciata con un ricco antipasto: parmigiana di alici, insalata di mare, caprese

Insalata di mare e parmigiana di alici
Insalata di mare e parmigiana di alici
e un piatto di contorni vari (melanzane e zucchine alla griglia; friggitelli, i peperoncini verdi di fiume; peperoni; pomodori secchi);

Contorni vari
Contorni vari
cuoppo di friggitoria; gnocchi di patate con porcini e gamberi;

Gnocchi di patate con porcini e gamberi
Gnocchi di patate con porcini e gamberi
mezzi paccheri con pomodorini, friggitelli e cozze;

Mezzi paccheri con pomodorini e friggiteli
Mezzi paccheri con pomodorini, friggitelli e cozze
e la pizza a lunga lievitazione in versione margherita

Pizza margherita
Pizza margherita
e bianca con porcini, crema di patate e salsiccia.

Pizza con porcini, crema di patate e salsiccia
Pizza con porcini, crema di patate e salsiccia
Ad accompagnare le pietanze il “Terra di Gragnano” delle Cantine Iovine di Pimonte.

IMG_2519

Da ricordare il “ciciriniello”,

Il Ciciriniello
Il Ciciriniello
un liquorino niente male che meriterebbe una recensione a sé e la grande ospitalità che contraddistingue Alfonsina, Gennaro e Giuseppe.

Per info

Ristorante Nonna Giulia – via Creta 3 – Lettere

Tel. 0818022101

ritrattiditerritorio

Facebook Twitter Vimeo 

4 thoughts on “Alfonsina Longobardi tra “Nonna Giulia” e “Cenando Sotto Un Cielo Diverso”

  1. Bellissimo e molto rappresentativo quest’articolo, la dott.ssa Gargano ha saputo racchiudere quello che c’e’ dietro a questo locale… Nonna Giulia è il mio preferito in zona, lo scelgo spesso…sia per una cena romantica con la mia compagna e sia per le cene di lavoro….Alfonsina è un ottima padrona di casa…sà sempre quello che voglio….e da lei mi sento a casa….in una casa curata nei minimi dettagli, credo fermamente che Alfonsina e tutto il suo staff meritano molto in questo mondo ristorativo il mix accoglienza eccezionale…professionalità…e ottimo cibo per non parlare degli abbinamenti che fa con i vini…a volte molto azzardosi ma sempre riuscitissimi… alla fine quando le cose sanno di buono prima o poi qualcuno le và a scovare…Complimenti

  2. Conosco questo locale da circa 10 anni oramai siamo amici, eccellente la cucina del territorio, Alfonsina è una persona squisita e coinvolgente si percepisce l’amore e la passione per questo lavoro, abbiamo partecipato anche a Cenando sotto un cielo diverso L’ Atmosfera incantevole per un evento egregiamente organizzato da Alfonsina Longobardi. Il castello di Lettere è stata la cornice ideale nella quale, passeggiando tra antiche mura, è stato possibile degustare i prodotti tipici Campani egregiamente preparati da rinomati chef, il tutto accompagnato da vini e birre artigianali e da musica dal vivo. Lodevole iniziativa che ha visto come protagonisti i giovani…con il disagio psichico, devo dire che sono molto orgoglioso di essere cliente-amico di Nonna Giulia e finalmente qualche giornalista brava ed intelligente arriva anche a Lettere portando luce a questa bella realtà, complimenti alla giornalista ha reso molto bene l’idea di questo posto e finalmente non si vedono articoli sempre degli stessi locali.

  3. Questo posto è bellissimo il panorama che si gode è stupendo, il cibo di qualità e l’accoglienza è unica…..questi ragazzi meritano tutto il successo se lo sono guadagnato….continuate cosi

  4. Posto incantevole, il ristorante Nonna Giulia gode di una vista eccezionale sul golfo di napoli, l’ospitalità della signora Alfonsina è unica ha una capacità incredibile di farti sentire a tuo agio nel suo locale, sempre attenta e pronta a consigliarti il meglio, insieme a giuseppe sono il top in sala. siamo clienti affezionati da circa 7 anni e ne abbiamo visto la continua crescita. Materie prime di ottima qualità, il menù ha sempre qualche novità a seconda delle stagioni, cucina territoriale con leggera rivisitazione. Mi fa piacere leggere questo articolo che ha colto l’essenza di questo concept enogastronomico. Bravi e complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *